Wi-fi a rischio per milioni di utenti?

0
751

 A rischio le connessioni wi-fi di milioni di utenti.  L’Assoprovider teme azioni deleterie da parte del Ministero per lo Sviluppo Economico, che sarebbero dovute a interpretazioni errate di norme nazionali e comunitarie.  Ad allarmare l’ associazione sono state alcune visite degli ispettori del Ministero agli operatori Wisp. Il Governo sarebbe intenzionato a limitare l’uso delle frequenze libere per reti di comunicazione pubblica. Una cosa che non piace alle numerose aziende del settore, che rivendicano un ruolo fondamentale nell’abbattimento del digital divide. Assoprovider annuncia, pertanto, azioni a tutela degli operatori e dei milioni di utenti wireless.  Il presidente, Dino Bortolotto, denuncia una certa incoerenza tra i progetti del Mise e la pubblicazione di bandi regionali per il wireless. Inoltre chiede che non vi siano disparità nel settore, che possano favorire solo determinati interessi. Infine rivendica l’importanza del wireless per dossier come l’Agenda Digitale e l’Internet delle Cose.  Il wi-fi  è oggi largamente utilizzato con bande di frequenze di 2,4 Ghz e 5 Ghz.  La banda 2,4 è ormai congestionata. Per i 5 Ghz, fondamentali per smartphone e tablet, serve il benestare del Mise.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome