Ma ci si può davvero fidare delle ricerche di Google?

0
1340

 

Cercare le informazioni di Google è diventata un’attività estremamente quotidiana per la maggior parte delle persone, ma, secondo un nuovo studio, questi risultati sono corretti solo raramente. La ricerca, pubblicata questa settimana, sostiene che il gigante di Internet offre solo il 13% di risposte corrette in ogni ricerca. Secondo questa ricerca, condotta dal datore di lavoro co-fondatore diTutorspree Aaron Harris, la maggior parte dei risultati di questo servizio corrispondono ai banner, pubblicità o mappe che portano a siti contenenti informazioni, ma non i dati stessi. Per giungere a questa conclusione, Harris ha analizzato i risultati, presentati nella pagina attraverso meccanismi di ricerca, soprattutto il primo che è apparso dopo aver inserito un termine. Da questi risultati, l’esperto si rese conto che il 29% apparteneva a comunicati aziendali, il 14% è stato occupato dalla barra di navigazione e 7% erano mappe di Google con i risultati locali. Secondo Harris, questo è dovuto principalmente a che il gigante di Internet si è spostato dall’essere solo un motore di ricerca, in movimento per produrre risultati che possono consentire “la generazione di entrate per i prodotti Google.”Una pratica che l’esperto avrebbe quanto riguarda la legittima esigenza della società per mostrare i propri servizi, ma alla fine avrebbe abbandonato la semplice ricerca di un termine specifico integrale per entrare Google.

Giannandrea Contieri

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome