Yahoo ha più visitatori di Google: non succedeva dal 2011

0
978

Yahoo davanti a Google nella classifica sul traffico di utenza. 196,6 milioni di visitatori unici contro i 192,3 milioni di Mountain View. Lo certifica la classifica stilata da Comscore. Era successo l’ultima volta nel 2011, ma in realtà si era trattato di una breve interruzione di un trend ormai consolidato dal 2008. Yahoo supera anche Microsoft (179 milioni) e Facebook (142 milioni). Tutto il settore plaude l’operato di Marissa Mayer, manager di Yahoo dal 2012. La Ceo ha effettuato un vero e proprio restyiling dell’azienda, puntando moltissimo su social network e dispositivi mobili. E’ di pochi giorni fa l’acquisizione di Rockmelt, una start-up molto attiva sui social, nota per aver creato un’app di lettura di notizie digitali. Un’importanza rilevante per il sorpasso ha avuto anche il rilancio di Flickr, noto sito di condivisione di immagini. Sono stati eliminati pagamenti in eccesso ed è stata resa più fruibile l’applicazione per smartphone. Nuove funzionalità hanno restituito a Flickr l’antico splendore. Ancora più rumore aveva fatto l’acquisto per 1,1 ml di dollari di Tumblr , piattaforma che consente di creare blog, che ha portato a Yahoo 300 milioni di visitatori unici. Ma i dati relativi a Tumblr non sono stati presi in considerazione da Comscore, ulteriore motivo di ottimismo per Yahoo. La ricerca di nuove start-up è finalizzata all’aumento degli introiti pubblicitari, campo in cui Google e Facebook sono ancora dominanti. In quest’ottica va vista anche l’integrazione dei messaggi di Twitter nel flusso di notizie di Yahoo. L’azienda di Sunnyvale festeggerà questo primato con un nuovo logo, visibile dal 5 settembre. Tuttavia c’è ancora un gap da colmare nei confronti di Google, sia nel campo delle tecnologie mobili che in quello più tradizionale della ricerca. La Mayer non intende gettare bandiera bianca, e per questo ha recentemente assunto cinquanta ricercatori per migliorare il motore di ricerca.

Giannandrea Contieri

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome