Pagamenti elettronici, le grandi catene di negozi boicottano Apple Pay

0
1018

 Apple Pay ostacolato dalle grandi catene di vendita. Il nuovo sistema di pagamenti elettronici ideato da Cupertino è stato boicottato da Wal-Mart, K-Mart, 7-Eleven, Best Buy,   Rite Aid e CVS.   Il blocco è avvenuto attraverso la disabilitazione dei supporti NFC dei loro negozi. In questo modo il cliente non ha possibilità di utilizzare Apple Pay per i pagamenti. La ragione sembra essere chiara. Tra le grandi catene è nata nel 2012 una joint venture che ha come principale obiettivo la creazione di Current C, un’applicazione che avrebbe funzionalità simili a quelle di Pay.  Una guerra nelle guerra è quella tra istituti di credito e commercianti. Le banche guardano con favore a Pay perché favorisce l’utilizzo delle carte di credito. Current C è invece pensata per tagliare fuori gli intermediari attraverso l’addebito immediato dei pagamenti sul conto corrente dei clienti. Il blocco danneggia anche Google Wallet, che funziona grazie alla tecnologia NFC.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome