A “PORTA A PORTA” CASINI INTERVISTATO DAL GIORNALE DEL SUOCERO. STASERA OSPITE BERLUSCONI

0
370

Negli Stati Uniti, per vivacizzare le trasmissioni sui dibattiti politici si scelgono i giornalisti più preparati ed aggressivi. Anni luce lontani da ciò che succede in Italia con “Porta a Porta”, dove neanche il conduttore decide più di tanto e le ospitate seguono i ritmi stabiliti dalla Commissione parlamentare di vigilanza. Le serate alternano leader da soli (ieri sera Veltroni, stasera tocca a Berlusconi), faccia a faccia tra candidati premier (lunedì sono stati ospiti Bertinotti e Casini) e jam session fra tutti i piccoli (la serata è prevista per giovedì). Ai leader politici vengono rivolte domande da parte di protagonisti della società civile e, naturalmente, giornalisti. Riguardo alla scelta di questi ultimi, il bon ton della trasmissione lascia una libertà minima e prevede che le interviste siano fatte da giornalisti “graditi”agli ospiti. Ma non si dovrebbe esagerare. Come messo in evidenza su ItaliaOggi, nella serata di lunedì a fare le domande a Fausto Bertinotti e Pierferdinando Casini sono stati Maria Latella, direttrice di “A” e conduttrice di Sky, e Roberto Papetti, direttore de “Il Gazzettino”. Niente da dire su Papetti che è un ottimo giornalista ma la testata in questione è di proprietà di Francesco Gaetano Caltagirone, suocero di Casini. Inoltre, nel consiglio di amministrazione della società editrice de “Il Gazzettino” siede anche Azzurra Caltagirone, seconda moglie dello stesso Casini. Non c’è dubbio che in Italia il problema del conflitto di interessi ha perimetri assai più vasti di casa Berlusconi ma una trasmissione equilibrata come “Porta a Porta” dovrebbe fare più attenzione, almeno alla forma.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome