Usigrai contro la Lega Calcio: “Violato diritto di cronaca”

0
294
Calcio e diritti tv, un business milionario

Usigrai accusa: le immagini della Lega Calcio hanno negato il diritto di cronaca degli insulti razzisti dei tifosi della Lazio ai danni dei calciatori del Lecce. I giornalisti della Rai tornano a tuonare contro la regia unica e lamentano che “il diritto di cronaca su quanto accade sugli spalti resta negato”. Per l’Usigrai: “Insulti, offese e cori razzisti nei confronti dei calciatori Umtiti e Banda, provenienti dalla curva dei tifosi laziali; allo stadio via del mare di Lecce nel corso della gara tra i salentini e la Lazio è accaduto anche questo. Ma ancora una volta le immagini della partita gestite e prodotte dalla Lega calcio non hanno dato conto di quanto accadeva all’interno dello stadio”.

L’Esecutivo Usigrai ha denunciato: “Purtroppo non è la prima volta che accade. lo abbiamo sostenuto già in passato e lo ribadiamo anche oggi. i cittadini hanno il diritto ad essere informati su quanto accade dentro gli stadi. L’invito rivolto nelle settimane scorse alla lega Calcio dal presidente dell` Agcom Giacomo Lasorella, di garantire da subito il diritto di cronaca anche all’interno degli stadi, non è bastato”. Pertanto, secondo la sigla sindacale dei giornalisti di viale Mazzini c’è bisogno che qualcosa, finalmente, inizi a cambiare: “Serve una presa di posizione chiara e netta dell’Autorità a tutela dell’informazione giornalistica negli stadi. Lo diciamo da anni e lo ripetiamo anche adesso: gli stadi di calcio non sono zone franche dove si possono negare la libertà di espressione il diritto dei cittadini ad essere informati. Ci aspettiamo una netta inversione di tendenza e che finalmente si forniscano alle testate giornalistiche le immagini nitide, complete ed esaurienti di eventi rilevanti sul piano della cronaca che dovessero avvenire all’interno degli stadi”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome