Tv locali, Il 31 luglio scade il termine per il pagamento dei contributi per i diritti di uso delle frequenze

0
212

Il Decreto del Ministro dello Sviluppo economico 13 aprile 2017 (pubblicato in G.U. n. 117 del 22 maggio 2017) ha determinato l’ammontare dei contributi per i diritti di uso delle frequenze televisive in tecnica digitale dovuti dagli operatori di rete in ambito locale o nazionale per gli anni 2017, 2018 e 2019. Tali contributi devono essere corrisposti dagli operatori di rete titolari di diritti di uso delle frequenze nelle bande televisive terrestri, in ambito nazionale o locale, qualunque sia la tecnologia utilizzata per la fornitura di servizi di diffusione televisiva. Gli importi di tali contributi sono soggetti agli sconti, secondo le comunicazioni effettuate dagli aventi diritto entro il 31 maggio u.s.
Le associazioni riconosciute o non riconosciute, le fondazioni e le cooperative, prive di scopo di lucro, titolari di diritto di uso in ambito locale che utilizzano la frequenza esclusivamente per la trasmissione di programmi da parte di emittenti televisive a carattere comunitario, sono esonerate dal pagamento dei suddetti contributi.
Il pagamento deve essere effettuato entro il 31 luglio di ogni anno mediante bonifico bancario intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato di Viterbo, con la causale obbligatoria: “Contributi per i diritti d’uso delle frequenze digitali anno … da affluire al CAPO XVIII CAPITOLO 2569 art. 1.”
Per gli operatori di rete in ambito locale è obbligatorio indicare nella causale l’Identificativo della rete e la Regione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome