Siddi (fnsi), sindacato giornalisti non organizza complotti ed esige confronto e rispetto

0
1379
Il logo della Federazione nazionale dell stampa
Il logo della Federazione nazionale dell stampa
Il logo della Federazione nazionale dell stampa

“Il Sindacato dei giornalisti non organizza complotti, né agguati ma esige rispetto dell’autonomia sindacale e sereno confronto a tutto campo, sulla Rai come sui temi dove opera la sua rappresentanza, garantendo, tra l’altro, coesione sociale e leale attività per la soluzione dei problemi più controversi. L’onorevole Bonaccorsi l’ha detta proprio grossa, attribuendo all’Usigrai scelte fatte che non esistono e ancor peggio inesistenti combutte con avversari del Governo, come il M5S. Basta con la propaganda e la costruzione artefatta di nemici da detestare. Il Sindacato va rispettato per la sua specificità di soggetto sociale rappresentativo e per la sua autonomia. Ci manca solo la schedatura dei sindacati! Vogliamo credere che l’on. Bonaccorsi si sia fatta trascinare da informazioni sbagliate e improvvide e dallo spirito di parte, cui giustamente un esponente politico tiene. Attribuire addirittura all’Usigrai l’organizzazione di manifestazioni e agguati in Rai contro il Premier Renzi non solo è un falso ma è una provocazione grave. La Fnsi è, perciò, solidale con l’Usigrai nel riproporre un confronto a tutto campo, serio, senza posizioni precostituite, per una Rai migliore – se possibile meno costosa – liberata dai partiti e dalla pressione dei poteri impropri, organizzata come impresa di qualificato servizio pubblico. E questo impegno il Sindacato dei giornalisti lo manterrà nonostante le provocazioni e i tentativi maldestri di aggregarlo a questo o a quell’altro carro, praticando fino in fondo la linea dell’autonomia sindacale, nel rispetto delle autonomie dei governi e dei partiti, ed esercitando la responsabilità sociale per la salvaguardia e la qualificazione di un bene pubblico come la Rai, come sta facendo anche in questa fase di acceso dibattito politico sul tema. Dal Governo e dalle rappresentanze parlamentari ci attendiamo una risposta rigorosa che sottragga il tema da tutti i tentativi da qualsiasi parte provengano di regolare i conti in un confronto corpo a corpo o da curva sud contro curva nord, riportando tutto le questioni sul terreno del confronto sociale e istituzionale”. Così il Segretario Generale della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Franco Siddi, in una nota.(AGENPARL)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome