La privacy messa a rischio dalla rete, convegno a Cagliari

0
1133

privacyLa privacy messa a repentaglio dai droni, ma anche sicurezza nella rete: ad esempio, come si devono proteggere i dati sulla propria salute rilevati dallo smartwatch? Sono alcuni dei temi di “E-privacy 2014”, il convegno, la cui edizione estiva da 12 anni si tiene a Palazzo Vecchio, a Firenze, per la prima volta si svolge a Cagliari, alla Mem (Mediateca del Mediterraneo), venerdi’ 17 e sabato 18 ottobre. Nell’isola arrivano gli specialisti del campo e i massimi esperti italiani di sicurezza informatica, a partire da Raoul “Nobody” Chiesa, uno dei primi hacker italiani di chiara fama nella comunita’ nazionale e internazionale e tra le massime autorita’ della sicurezza digitale. La manifestazione, organizzata dal Progetto Winston Smith, dal Centro Hermes per le liberta’ digitali, e dal Circolo dei Giuristi Telematici (con il patrocinio del Comune di Cagliari, dell’Universita’, facolta’ di Scienze economiche, giuridiche e politiche e di Sardegna Ricerche), dalla sua origine ha affrontato le tematiche piu’ scottanti in tema di informatica, telematica e tutela della riservatezza in rete con l’intervento dei massimi esperti e l’attenzione di imprese pubbliche e private. Pro e contro. Sottolinea il rovescio della medaglia del diffondersi di Internet, delle cose nella vita dei singoli, il presidente dell’associazione Circolo dei Giuristi Telematici, Giovanni Battista Gallus: “L’essere circondati da una nuvola di sensori che interagiscono tra loro e con la rete nel nostro quotidiano apre interessanti prospettive ma pone allo stesso tempo seri problemi, rischiando di portare il tecnocontrollo a un livello estremamente invasivo. Ne parliamo in questa due giorni per avvertire di un pericolo: l’individuo che diventa totalmente ‘trasparente’ perde qualunque residuo di sfera privata”. Venerdi’ mattina si parte proprio con i droni: in programma un workshop per approfondire le tematiche su responsabilita’ sotto il profilo civile, penale, della navigazione aerea e della privacy. Fra le tante domande anche quelle se si possano usare i droni durante un matrimonio, un concerto, a fini giornalistici o per investigazioni private.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome