Mgzn, alla Naba il primo salone dell’editoria indipendente

0
2157

Il 19 febbraio alla Naba di Milano la prima edizione di Mgzn. Un salone ideato da Jumper dedicato all’editoria indipendente, mainstream e digitale per raccontare, con ospiti italiani ed internazionali, le sfide del futuro

Sta per arrivare in Italia la prima edizione di Mgzn, il salone dedicato all’editoria indipendente, alle sue correnti dominanti con un occhio rivolto alle novità legate al digitale. Sempre più editori, italiani e non, si confrontano con nuove sfide e le racconteranno il 19 febbraio a Milano, dalle 10 alle 18, alla Nuova Accademia di Belle Arti.

Da anni, soprattutto nel mondo anglosassone, nascono nuove formule editoriali che riscontrano sempre più successo, e conquistato importanti fette di mercato. Per questo motivo il portale di informazione Jumper, in collaborazione con la Naba, ha deciso di organizzare un appuntamento che si focalizzerà tanto sugli aspetti creativi quanto su tutto ciò che concerne la creazione e la gestione dei contenuti, fino ai modelli di business e pubblicitari da poter sfruttare.

Il project leader di Jumper e professore di editoria alla Naba Luca Pianigiani racconta che “questo evento focalizza l’attenzione verso nuovi modelli di business per l’editoria, che aprono orizzonti sia per i grandi editori alla ricerca di nuovi prodotti competitivi per qualità e innovazione in un panorama che deve uscire dalla prigionia dei ‘like’ e della logica del ‘search’ compulsivo, sia per piccoli team che con idee forti e grande cura e passione possono trovare interessanti spazi nel mercato internazionale”.

Alla giornata parteciperanno due ospiti internazionali del calibro di Jeremy Leslie e John Walters. Leslie è ormai un punto di riferimento del settore riconosciuto in tutto il mondo dopo aver ideato il blog Magculture e l’evento The Modern Magazine, mentre Walters, è editor di Pulp e di Eye. Anche i responsabili di alcune tra le più prestigiose riviste indipendenti italiane, che presenteranno i loro progetti e racconteranno le loro strategie editoriali e di business, hanno già confermato la loro presenza alla manifestazione.

Verranno presi in esame i case history di Alla carta e Sirene, due riviste che mostrano chiaramente come ispirazione, creatività, contenuti e sostenibilità economica possano andare di comune accordo. Oltre a casi concreti come questi, sono previste tavole rotonde per discutere del rapporto tra editoria indipendente, editoria digitale ed editoria mainstream a cui prenderanno parte i responsabili di importanti riviste e case editrici, agenzie di pubblicità ed esperti del settore dell’editoria.

Sul palco, infatti, si alterneranno, tra gli altri, il direttore di Wired Italia, Federico Ferrazza, l’art director di IL, Il Sole 24 ORE, Francesco Franchi, il vicedirettore di Amica, Pietro Cheli, il direttore di Rivista Studio, Federico Sarica e il direttore di Urban, Moreno Pisto.

Mgzn strizza l’occhio anche al mondo della pubblicità, perciò a questo mondo sarà dedicata una sezione apposita. L’attenzione sarà rivolta in particolare alle nuove possibilità di integrazione con i nuovi progetti editoriali, sia digitali che cartacei. Questa tematica diventa ancora più importante in un periodo in cui i i tempi e le modalità di fruizione dei contenuti digitali richiedono una revisione degli inserimenti di banner e inserzioni, che spesso vengono percepiti come intrusivi e fastidiosi dal pubblico.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome