La società editrice si scioglie, sospese le pubblicazioni a La Città di Salerno

0
321

S’è sciolta la società che edita il quotidiano La Città di Salerno. Un fulmine a ciel sereno per i giornalisti che da giorni erano in sciopero e che, al rientro al lavoro, si sono ritrovati la porta della redazione chiusa.

Passa qualche ora e arriva la lettera che annuncia la fine della Edizioni Salernitane s.r.l. che impone, contestualmente, la sospensione delle pubblicazioni del giornale.

Nella missiva, i dirigenti della società scrivono: “Siamo a comunicare che la proprietà aziendale ha disposto la sospensione delle pubblicazioni della testata giornalista con decorrenza immediata. In particolare – si legge ancora – si precisa che le motivazioni che hanno portato a tale sofferta decisione sono quelle dichiarate nel verbale redatto a conclusione dell’assemblea dei soci del 12 febbraio ove si è determinato lo scioglimento anticipato della società e la conseguente messa in liquidazione della stessa”.

Per queste ragioni: “Si richiede alle organizzazioni sindacali presenti in azienda (Sugc e Fistel Cisl) e alle rispettive rappresentanze dei lavoratori (cdr e delegato d’impresa) un incontro sindacale al fine di poter valutare o meno l’opportunità di adire preliminarmente alla cessazione dei rapporti di lavoro – a forme alternative di gestione degli esuberi dichiarati (intera forza lavoro) casomai con l’adozione delle procedure di ammortizzazione sociale”.

L’incontro è indetto entro cinque giorni dalla data della comunicazione. Proprio mentre si sta svolgendo a Levico Terme, in provincia di Trento, il congresso nazionale della Fnsi. Una “mossa”, questa, ha fatto storcere il naso ai rappresentanti del Sugc.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome