Grillo a “Porta a Porta” e il problema della par condicio

0
471

 E’ arrivato il 19 maggio. Oggi Beppe Grillo sarà ospite di Bruno Vespa a “Porta a Porta”. La trasmissione andrà in onda in seconda serata. Sarà una giornata calda per la campagna elettorale in vista delle Europee, dal momento che anche Silvio Berlusconi e Matteo Renzi appariranno in tv, rispettivamente durante “Quinta colonna” e “Piazza Pulita”, in onda in prima serata su Rete 4 e La7.  Grillo non avrà lo stesso time slot, dopo il no della Commissione Vigilanza della Rai. Una sua presenza in prime time avrebbe violato il tanto chiacchierato principio della par condicio. Ci si interroga anche sulle modalità dell’incontro che avverrà nel salotto di Vespa. La Vigilanza, per bocca del segretario Michele Anzaldi (Pd), ha fatto capire che non chiuderà occhi a riguardo. Il riferimento è al plastico che Grillo vorrebbe portare all’incontro con Vespa. Trattasi di un espediente diretto per dileggiare le altre forze politiche.  Anzaldi si appella espressamente all’Agcom per sapere se un comportamento del genere è accettabile nell’ottica del pluralismo politico. L’altra questione dibattuta è quello dello streaming.  Il M5S ha chiesto di trasmettere il programma sul blog del proprio leader. La Rai è contraria a questa ipotesi, mentre l’Autorità non si è ancora espressa. In ogni caso la presenza in tv di Grillo e degli altri due leader scalderà ancora di più gli animi degli altri partiti. La mole degli esposti indirizzati all’Agcom, già cospicua, è destinata ad aumentare. Dal Garante arrivano inviti al riequilibrio della parità di condizioni, ma il tempo sta per scadere.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome