“Gente d’Italia” sbarca in Argentina, la nuova sfida di Mimmo Porpiglia

0
291

‘La Gente d’Italia’, il quotidiano cartaceo fondato nel 1999 da Mimmo Porpiglia e Maria Josette Caprio e dedicato agli italiani nel mondo, cresce sempre di più. Già, perché entro un paio di settimane il giornale, ora presente in Uruguay, uscirà anche in tutte le edicole dell’Argentina, tutti i sabati e per due domeniche al mese in abbinata al settimanale ‘Perfil’, uno dei giornali più importanti dell’intero Sud-America. “Dopo l’abbinata con ‘El Pais’ in Uruguay, a breve inizierà una nuova avventura per tutti noi. Il nostro primo obiettivo è di stare quanto più vicino alle comunità italiane in Sud America e di certo l’Argentina, come l’Uruguay, ospita tanti connazionali che provengono dalla nostra amata Penisola”, ha spiegato il direttore Porpiglia. Che ha aggiunto: “L’accordo con ‘Perfil’ nasce anche dal fatto che parliamo di un giornale non solo tra i migliori in circolazione, ma anche molto italiano per il taglio giornalistico presente. Ovviamente l’edizione che uscirà in Argentina sarà arricchita da temi legati a quel territorio, come è giusto che sia. Non cambierà assolutamente nulla per quel che concerne i contenuti che escono invece in Uruguay”.

Le parole del direttore Mimmo Porpiglia, entusiasta di questo nuovo connubio con ‘Perfil’ e già a lavoro per potersi far trovare pronto a questa ennesima sfida.  Insomma, in un momento di grande difficoltà per l’editoria (non solo italiana), una notizia che porta di certo buon umore grazie alla sfida di un giornalista di razza pronto a scommettere di nuovo, e ancora una volta, sulla carta. “La Gente d’Italia’ si potrebbe definire come un vero miracolo editoriale, figlio del made in Italy,  che si mette a disposizione degli italiani all’estero (specificamente nel Sud America) fornendo da più di 20 anni un vero e proprio servizio pubblico. Ossia notizie che difficilmente si potrebbero reperire online, fornendo anche comunicazioni ‘tecniche’ (e preziosissime) sul come muoversi tra la burocrazia estera, che sia quella dell’Uruguay, o dell’Argentina.

Un lavoro certosino quello de ‘La Gente d’Italia’, da sempre al fianco dei cittadini che “sono – come spiega Porpiglia – i veri padroni del giornale e i nostri unici interlocutori. Spesso, e i lettori lo sanno, utilizziamo anche parole forti nei confronti dei potenti di turno, rischiando anche sulla nostra pelle. Ma a noi piace raccontare la verità, le veline le lasciamo agli altri. Adesso vi devo lasciare. Sono appena tornato a Montevideo dopo essere stato ieri a Buenos Aires per siglare l’accordo con ‘Perfil’. Ci sono tante cose da fare e gli italiani d’Argentina ci aspettano”. In bocca al lupo, Mimmo Porpiglia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome