Franceschini: “Entro l’anno la legge sul libro”

0
173

E’ partito ieri il Salone del Libro di Torino e Franceschini promette la chiusura rapida dell’iter sulla legge del libro. La 34esima edizione promette il ritorno alla normalità anche per la kermesse editoriale più grande e famosa d’Italia. I dati del settore, ormai da qualche tempo, sono lusinghieri. Con la pandemia, gli italiani hanno riscoperto il gusto di leggere. E il “vizio” dei libri (ma anche dei fumetti, degli audiolibri e degli Ebook) sembra proprio che non vogliano toglierselo più. Eppure la situazione è potenzialmente drammatica per gli editori. Lo shortage della carta e i costi sempre più alti dell’energia rischiano di travolgere un settore che, per la prima volta dopo tanti anni, torna a crescere.

C’è bisogno di aiuto. E dal Salone del Libro di Torino, il ministro della Cultura Dario Franceschini promette di  portare a termine, entro l’anno, l’iter della “legge del libro”. Franceschini a  proposito ha affermato: “Ho preso l’impegno di lavorare per portare a compimento un disegno di legge per il libro complessivo, una legge di sistema che prendesse un po’ come riferimento la legge del cinema in Italia, che aiuta tutta la filiera”. Quindi il ministro ha proseguito: “Abbiamo lavorato intensamente a un tavolo promosso dal ministero e dalla nostra direzione generale. Abbiamo predisposto insieme un testo che aiuta tutta la filiera del libro ed è stato completato. E’ stato inviato dal mio ministero al ministero dell’economia per la copertura e alla presidenza Consiglio dei ministri”. Infine Dario Franceschini ha concluso: “Ribadisco qui l’impegno: vorrei che questa legislatura, ormai manca meno di un anno, si chiudesse con l’approvazione di questa legge”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome