Editoria in crisi, a rischio le redazioni abruzzesi di “Il Tempo” e “Il Messaggero”

0
898

 

 Non accenna a placarsi la crisi per il settore dell’editoria.  A rischiare sono le redazioni abruzzesi dei quotidiani “Il Tempo” e “Il Messaggero”, penalizzate da un processo di ristrutturazione editoriale delle testate.  A scendere in campo a difesa della tutela della pluralismo è il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, a seguito delle richieste da parte dell’Ordine e del sindacato. Questi ultimi avevano denunciato la grave situazione economica dei due quotidiani, prefigurando le devastanti conseguenze che la chiusura delle sedi locali avrebbe sui livelli occupazionali della Regione. Perciò  Di Pangrazio richiede gli Stati generali dell’informazione in Abruzzo. Il presidente si appella all’importanza storica delle due testate, che sono state per lungo tempo dei punti di riferimento per i cittadini abruzzesi.  La Regione avrà anche contatti con le società editoriali dei due quotidiani per capire con quali iniziative arginare la crisi. Un invito a risolvere le vertenze senza chiusure arriva da Gianni Chiodi, consigliere regionale di Forza Italia. Chiodi, pur consapevole della natura privata dei gruppi editoriali, chiede a questi ultimi l’adozione di soluzioni alternative per la risoluzione dei problemi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome