Crisi edicole. Il Governo dice stop alla liberalizzazione dei punti vendita

0
1498

edicoleLe promesse a volte sono aria fritta ma quelle del Sottosegretario con delega all’editoria sembrano di ben altra consistenza. Nel corso degli Stati generali dell’informazione appena conclusi a Venezia, Legnini tende una mano agli edicolanti e mantiene la parola data alcuni giorni fa nel corso del congresso a Lecco quando fece queste dichiarazioni:” il calo delle vendite del cartaceo è un processo inarrestabile, come l’evoluzione verso il digitale. Si può e si deve con altri strumenti sostenere la rete delle edicole. Il governo ha previsto le prime misure oggetto di intesa con la categoria che saranno adottate in tempi brevi”. Oggi si è lasciato andare con dichiarazioni di gran lunga più esplicite all’ansa:”Sarà presto sospesa la norma del Governo Monti sulla liberalizzazione delle edicole”. Un deciso passo in avanti per i sindacati degli edicolanti. Un ottimo punto di partenza su cui dialogare e trovare insieme ai rappresentanti delle Istituzioni le soluzioni ideali per fronteggiare il calo di vendita e la crescente chiusura delle edicole. Il prossimo passo sarà quello del contratto con gli editori. La Fieg non potrà restare sorda per molto tempo ancora..

Leggi anche:

Il Governo dà l’Aspirina agli edicolanti. Servirebbe invece una sterzata

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome