Copyright for freedom, l’Aie sostiene la petizione europea

0
628

Il mondo del libro italiano si mobilita per la petizione online sul copyright promossa dalla Federazione Europea degli editori: obiettivo difendere la libertà d’espressione

Il presidente dell'Aie Marco Polillo si schiera a favore della campagna europea sul copyright
Il presidente dell’Aie Marco Polillo si schiera a favore della campagna europea sul copyright

L’Associazione Italiana Editori sostiene la campagna online #CopyrightForFreedom organizzata dalla Federazione Europea degli editori (Fep) in collaborazione con European Newspaper Publishers Association (Enpa), European Publishers Council (Epc) e European Magazine and Media Association (Emma). Anche in Italia, dunque, autori, lettori e editori possono aderire all’iniziativa a sostegno del diritto d’autore e della libertà di espressione. L’intento della campagna è, come spiega il presidente dell’Aie Marco Polillo in una nota apparsa sul sito (clicca qui), “coinvolgere l’opinione pubblica e il mondo del libro, dei quotidiani e dei periodici e riaffermare il diritto alla libertà d’espressione”, così come la necessità di tutelare il copyright.

Polillo prosegue affermando che si vuole evidenziare il legame, storicamente evidente e attuale ancor oggi, tra diritto d’autore e libertà di espressione, proprio perché l’indipendenza economica degli autori – e degli editori – è garanzia di indipendenza e libertà. E’ tempo di far sentire, uniti, la nostra voce”.

La nota dell’associazione degli editori italiani prosegue spiegando che l’appello è rivolto alle istituzioni europee perché sostengano il diritto d’autore come mezzo per promuovere la creatività europea e la libertà di espressione. La Fep chiama a raccolta tutti – autori, lettori, librai – con un’iniziativa che nasce in un momento delicato per la questione sul copyright: è iniziato il dibattito su un’ipotesi di revisione della direttiva europea sul tema. E’ in discussione al Parlamento europeo un rapporto preparato da Julia Reda, del Partito Pirata tedesco e che rappresenta una summa delle posizioni anti-copyright europee.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome