Sciopero per i lavoratori del Centro editoriale dehoniano

0
1145

I lavoratori del Centro editoriale dehoniano di Bologna hanno proclamato, nell’assemblea di oggi, una giornata di sciopero immediato per la dichiarazione, da parte dell’azienda, di nove esuberi, in seguito all’aggravamento della situazione economico-finanziaria della casa editrice religiosa, dopo la chiusura, annunciata nello scorso luglio delle riviste ‘Il Regnò, ‘Settimanà e ‘Musica e assembleà. “Il sindacato – si legge in una nota della sindacato – ha proposto un percorso di risanamento che prevede l’apertura, alla fine del contratto di solidarietà attualmente in essere, di una cassa integrazione, dichiarando anche i numeri dei possibili prepensionamenti nel biennio 2016-2017. L’azienda ha rifiutato tale percorso, perché vuole identificare i lavoratori che saranno licenziati e non è disponibile a predisporre percorsi di ricollocazione”. Secondo il sindacato delle edizioni dehoniane, la chiusura delle principali riviste storiche “è controproducente sia rispetto alla missione della casa editrice, sia rispetto all’immagine che ha sempre trainati anche altri ambiti editoriali dell’azienda”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome