Bando della Regione Emilia Romagna per sostenere l’editoria locale

0
451

La Regione Emilia Romagna a sostegno dell’editoria locale. Dalla Regione arriveranno 700mila euro per sostenere le testate a fronte della crisi e dei contraccolpi economici dovuti alla pandemia Covid. L’annuncio è arrivato in una nota dell’ente. Che ha ha fatto chiarezza sui requisiti e termini del bando regionale. Che segue, a un anno di distanza, un provvedimento analogo promulgato dalla stessa Regione. E che consentì il sostegno, per una cifra complessiva pari a circa 650mila euro a favore di 74 imprese editoriali. Tra giornali, cartacei e web, tv e radio.

Le ragioni del bando dell’Emilia Romagna

A spiegare le ragioni dell’importante misura, l’assessore regionale al bilancio Paolo Calvano. In una nota, firmata insieme al sottosegretario alla presidenza Davide Baruffi. Nel documento si legge. “Procediamo con un nuovo stanziamento straordinario per sostenere un settore che continua a svolgere un lavoro prezioso. E così come successo un anno fa. Puntiamo a raggiungere anche piccole e medie realtà editoriali radicate nei territori, sempre più spesso attive on line, gestite da cooperative di giornalisti o da enti senza fini di lucro, accanto ovviamente a gruppi più consolidati”. Calvano e Baruffo hanno aggiunto. “Attraverso criteri che permettano la più ampia partecipazione. Frutto del confronto con le rappresentanze del comparto, sempre nel rispetto degli adempimenti di legge, dei contratti di lavoro e dell’autonomia dell’attività giornalistica. E con l’obiettivo di erogare velocemente i contributi anche questa volta”. Quindi hanno concluso. “Una misura straordinaria alla quale entro la fine dell’anno aggiungeremo un sostegno più strutturale attraverso un ulteriore bando, centrato su progetti editoriali e occupazione”.

Tutto quello che c’è da sapere sul bando

Le domande si potranno presentare da oggi e fino al 3 agosto. Possono farlo le imprese aventi qualsiasi forma giuridica e le imprese editrici costituite come cooperative di giornalisti o enti senza fini di lucro, attive nell’ambito territoriale regionale e iscritte da almeno un anno nel Registro degli operatori di comunicazione (Roc).
Il bando è aperto a soggetti di tutti i comparti. Dalle emittenti radio-televisive alla stampa cartacea quotidiana e periodica, regionale e locale.  Testate giornalistiche on line e agenzie di stampa quotidiane.
Fra i requisiti richiesti, l’edizione di almeno una testata giornalistica regolarmente registrata al tribunale con direttore responsabile iscritto all’albo dei giornalisti. E poi l’attività giornalistica svolta esclusivamente da personale iscritto all’Albo professionale, la regolarità nel pagamento degli stipendi e nei versamenti contributivi previdenziali per tutto il personale. Il contributo regionale andrà da un minimo di 3.600 euro per le testate on line a un massimo di 10mila euro per la stampa cartacea quotidiana e le emittenti televisive, per la diffusione di quattro campagne di comunicazione istituzionale fra settembre e dicembre 2021.

Il bando e tutte le informazioni per richiedere il contributo sono disponibili al link: https://bandi.regione.emilia-romagna.it/search_bandi_form

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome