Roma Capitale, al via il progetto edicole. Potranno vendere anche prodotti non editoriali

0
2707

edicola piccolaProseguono le proposte avanzate oggi dall’assessore alle Attivita’ produttive di Roma Capitale, Marta Leonori: AGENZIA PER LE IMPRESE E LEGALITA’ – Nella proposta di legge regionale sul Commercio “manca un articolo specifico sulle Agenzie per le imprese”, mentre “e’ molto innovativa la previsione di uno specifico articolo sulla legalita’, anche se- ha detto Leonori- sarebbe necessaria la previsione di un organo stabile di supporto a tali politiche e che testimoni l’impegno costante delle amministrazioni, delle associazioni e dei sindacati contro le infiltrazioni criminali nelle attivita’ economiche, fenomeno sempre piu’ preoccupante negli ultimi anni”. BOTTEGHE STORICHE – Il Testo messo a punto dalla Regione Lazio prevede la costituzione di un albo. Secondo Leonori “sarebbe utile che l’elenco sia la raccolta e il raccordo degli albi gia’ istituiti e operanti, al fine di evitare inutili sovrapposizioni o duplicazioni tra Regione e Comune e lasciare alla valutazione territoriale i criteri della storicita’ e della tradizione di esperienze locali”. MERCATINI – Non previsto dal testo regionale, e’ invece necessario colmare il “vuoto normativo” sulla regolazione di generi di mercati temporanei o occasionali oltre a quelli dedicati all’antiquariato e al collezionismo. Su questo nella Capitale e’ stato gia’ preparato un regolamento quadro. EDICOLE – Per quanto riguarda la vendita di prodotti non editoriali nelle edicole, infine, l’assessore ha sottolineato la necessita’, “nei regolamenti attuativi, di una chiara definizione e di inserire delle limitazioni”. (DIRE)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome