Fissata la data per il concorso degli aspiranti giornalisti Rai

0
1089

Il concorso per diventare giornalisti Rai si farà il primo luglio a Bastia Umbra. Proteste dall’Ordine dei Giornalisti per lo scarso preavviso dopo un silenzio durato più di 13 mesi

Il concorso per diventare giornalisti Rai si farà il primo luglio e la sede per questa prima prova sarà Bastia Umbra. Per il consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, “è una intollerabile vergogna. La Rai aveva indetto questo concorso fissando termini per la presentazione delle domande ad aprile 2014. Da allora un trionfo di silenzi. Oggi, 9 giugno, i 4.982 colleghi hanno ricevuto una mail con la convocazione. Ventidue giorni di preavviso dopo un arrogante silenzio durato 13 mesi e più”. In una nota, il consiglio nazionale dell’odg, sottolinea che “non si sa chi siano i membri della commissione e neanche come si sia arrivati alla scelta di Bastia Umbra, cittadina importante nella quale ci sono 11 strutture alberghiere (alcuni piccoli agriturismo) con le stanze già occupate al 57 per cento. Tutti dovranno avere una macchina a disposizione. Tutti dovranno mettere significativamente le mani al portafogli per trovare una sistemazione in albergo”. Inoltre, “quella di Bastia potrebbe perfino non essere la prima selezione. Una convocazione con tempi così ristretti, in un luogo che non è facilissimo da raggiungere (pensate a chi parte da Palermo o da Trento o da dove volete voi che non sia Perugia e dintorni) comporterà con certezza molte rinunce”. Secondo Enzo Iacopino, presidente dei giornalisti, questi problemi sarebbero stati considerati dagli organizzatori “marginali per chi si comporta come fosse il padrone delle ferriere”. Il presidente del dell’Ordine dei giornalisti conclude affermando di aver “già investito della questione il presidente della commissione di Vigilanza, Roberto Fico. Ma credo che il governo non possa stare in silenzio mentre si passa sopra i sogni e le speranze di migliaia di giornalisti”.

fonte: www.francoabruzzo.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome