Radio Radicale, si mobilitano i socialisti: “Pagina buia della democrazia”

0
174

Mentre affondano le speranze per Radio Radicale, si alza la voce dei socialisti: “Una vicenda tra le più buie della nostra democrazia. Le commissioni Bilancio e Finanze della Camera hanno dichiarato inammissibili le proposte per il salvataggio di Radio Radicale. Serviva l’unanimità di tutti i gruppi, ma il M5S si è opposto”.

Un fatto che ha scosso le coscienze del Psi i cui vertici hanno affidato a una lettera un’iniziativa di protesta contro il governo. Nella missiva Enzo Maraio, segretario del Psi e Riccardo Nencini, presidente del consiglio nazionale del Psi, invitano militanti e iscritti socialisti a “mobilitarsi per non cancellare con un colpo di spugna una voce libera come radio radicale che ininterrottamente, dal 1975, è presidio di democrazia e informazione libera. Il governo gialloverde si prende la responsabilità di sottrarre agli italiani il sacrosanto diritto all’informazione. Non possiamo accettarlo”.

Maraio e Nencini inoltre invitano gli iscritti e i militanti socialisti a indossare un bavaglio e pubblicare in rete foto e video sui social network, utilizzando l’hashtag #salviamoradioradicale, l’obiettivo è quello di montare “una protesta civile e non violenta e chiedere al presidente della Camera Fico di consentire al Parlamento di approvare la richiesta di mantenere in vita una voce libera”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome