Per ottenere i contributi è necessario non avere cartelle scadute

0
209

In previsione dei prossimi pagamenti dei contributi all’editoria previsti dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70, l’erogazione del contributo è subordinata alla verifica da parte del Dipartimento dell’Informazione e dell’Editoria oltre che della regolarità contributiva, anche dell’assenza di cartelle esattoriali scadute.

Ricordiamo, infatti, che le Pubbliche Amministrazioni devono verificare l’inesistenza di cartelle esattoriali scadute superiori ai 5.000 euro prima di fare pagamenti, ai sensi dell’articolo 48 del D.P.R. 602/1973.

Pertanto, vi invitiamo a verificare l’esistenza di eventuali cartelle scadute di importo superiore ai 5.000 euro, al fine di poter, eventualmente, procedere alla richiesta di rateizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome