Per l’Ue l’embedding non è causa di violazione del diritto d’autore

0
474

 Dalla Corte di Giustizia europea arrivano importanti precisazioni giuridiche sulla pratica dell’embedding. Quest’ultimo si può definire come l’incastonamento di un video messo a disposizione legalmente da un’altra piattaforma. L’organo giurisdizionale comunitario ha stabilito che l’operazione non origina violazioni del copyright. La statuizione deriva dall’analisi di una controversia tra Best Water, azienda tedesca che si occupa di filtri per l’acqua, e un paio di agenti di un suo concorrente, rei di aver pubblicato sul proprio sito un video di Bestwater trovato su Youtube. Nell’affrontare il caso la Corte ha rilevato che non sono state effettuate modifiche sul video. Pertanto esso non varia, rispetto alla versione presente su Youtube. Una violazione del copyright è ravvisabile solo nel caso in cui il video fosse modificato per raggiungere nuovi strati del pubblico. La decisione della Corte, che va a colmare un importante vuoto normativo,  è stata formalizzata con un’ordinanza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome