Editoria periodica, Panorama sempre più vicino al Gruppo Angelucci

0
680

Si fanno sempre più insistenti le voci sulla cessione di Panorama. Secondo “Il Sole 24 Ore” ci sarebbe stato nei giorni scorsi un incontro tra Mondadori e il gruppo Angelucci per l’acquisizione dello storico periodico di Via Segrate. La cessione rientrerebbe nel piano di riordino del settore periodici del gruppo Mondadori. Dal bilancio 2017 non sono arrivati, infatti, numeri positivi (- 6,4% di ricavi). ). In questo contesto Panorama avrebbe fornito un contributo negativo alle cifre e, per tale motivo, una dismissione dell’asset consentirebbe a Mondadori una più efficiente organizzazione del settore.
Vi sarebbe poi l’intenzione della casa editrice di smarcarsi progressivamente dalle riviste e puntare quasi esclusivamente sull’editoria libraria. L’annunciata dismissione di Tu Style e Confidenze sembra avvalorare questa tesi. . L’avvento di Internet ha provocato grossi cambiamenti nel recepimento dell’informazione da parte dei cittadini e indebolito fortemente l’editoria periodica. Da ciò è conseguito un calo graduale di ricavi, sia per quanto riguarda le vendite che per ciò che concerne la raccolta pubblicitaria.
Della grande crisi dell’editoria quotidiana e periodica ne sa qualcosa “L’Espresso”, storico concorrente di Panorama. Il settimanale del gruppo Gedi non esce più autonomamente nelle edicole, ma come allegato di “La Repubblica”. La stessa sorte potrebbe toccare a Panorama in capo al gruppo Angelucci. Il gruppo è già editore di “Libero”, “Il Tempo” e “Il Corriere dell’Umbria”. Il settimanale potrebbe diventare l’inserto di uno dei primi due citati. La buona riuscita dell’affare è resa probabile anche dalla vicinanza politica tra il patron del gruppo, Antonio Angelucci, e Silvio Berlusconi. Il periodico non dovrebbe modificare la propria linea editoriale, essendo Angelucci un parlamentare di Forza Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome