Nasce “La Verità” di Belpietro. Sarà in edicola il 20 settembre

1
2188
Vittorio Feltri e Maurizio Belpietro durante l'incontro: "Festa per il caro amico Silvio - Libera adunata dei servi del Cav." , oggi 8 giugno al Teatro Capranica a Roma. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

La Verità si posizionerà nell’area di centro destra, con un approccio “che non fa sconti a nessuno” come afferma lo stesso Belpietro. Il lancio, con una tiratura di 200mila copie, sarà supportato da una campagna pubblicitaria televisiva multi soggetto. L’obiettivo che si sono posti i vertici aziendali per la diffusione si aggirerebbe intorno alle 20mila copie. Già i vertici: ancora non tutto è chiaro intorno agli editori della nuova testata ma qualcosa si comincia a palesare. La società editrice La Verità dovrebbe essere guidata da Enrico Scio, dello studio di consulenza Scio & Associati, in qualità di amministratore delegato. Massimo de’ Manzoni, già vicedirettore vicario di “Libero” dovrebbe essere il responsabile del coordinamento, mentre la vice direzione dovrebbe essere affidata a Francesco Borgonovo, già responsabile della cultura sempre a Libero, e le inchieste a Giacomo Amadori, che svolgeva lo stesso ruolo a Libero. In arrivo anche Giampaolo Pansa, e si parla anche di Paolo Del Debbio e di Stefano Lorenzetto tra le firme di punta del nuovo quotidiano. Sarà, invece, la Fullsix, attraverso la struttura media FullPlan (già DMC), la concessionaria di pubblicità del quotidiano.
“La Verità” sarà un importante banco di prova per verificare se l’operazione di successo “Il Fatto Quotidiano” sia ancora replicabile ed in quale misura. Altrettanto interessante sarà la verifica della decisiva interazione carta-online predisposta dalla nuova redazione. In un contesto così mutevole dominato solo dall’incontrovertibile trend del calo dei lettori di carta il direttore Belpietro lancia davvero una bella sfida al soporifero mondo dei media italiani.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome