Mollicone (Fdi): “Istituire Fondo straordinario per innovazione dell’editoria”

0
406

Anche l’opposizione ha gradito l’intervento in commissione Cultura del neo sottosegretario all’editoria Giuseppe Moles. Fratelli d’Italia, rappresentata nell’organismo dal deputato Federico Mollicone, incassa l’apertura al dialogo e al confronto da parte del governo e contestualmente presenta le sue proposte a tutela del settore dell’editoria.

A latere dell’audizione celebratasi ieri pomeriggio, Mollicone ha spiegato: “Abbiamo apprezzato l’apertura e l’atteggiamento verso il Parlamento del sottosegretario Moles, in particolare sugli impegni presi nei prossimi provvedimenti, dove auspichiamo l’introduzione del credito d’imposta per la distribuzione e del regime fiscale Iva agevolato per la forfetizzazione delle rese, ma lanciamo un appello affinché, così da tutelare il pluralismo e i posti di lavoro della filiera editoriale, chieda subito, già nel passaggio parlamentare del Dl Sostegno, ci possa essere un sostegno nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza vanno introdotte misure come l’editoria 5.0, come il sostegno alla transizione al digitale, come l’istituzione di un Fondo straordinario per interventi a sostegno dell’innovazione dell’editoria, interventi per favorire l’assunzione di giornalisti, per il sostegno alla domanda con incentivi agli abbonamenti, per l’informatizzazione delle edicole, per la consegna a domicilio, così da tutelare le aziende editoriali”.

Dunque Mollicone ha concluso: “Infine, chiediamo, nell’ambito della direttiva Copyright, di introdurre, come indicato dall’ordine del giorno di FDI approvato in Senato, un meccanismo di negoziazione obbligatoria fra editori e over-the-top, con possibilità di azione arbitrale, così da difendere la sovranità digitale e i diritti di remunerazione del lavoro creativo”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome