Moles: “Solidarietà a Tg2, libertà informazione è inviolabile”

0
162

“Piena solidarietà a tutta la redazione del Tg2 e al direttore Gennaro Sangiuliano per il gravissimo gesto intimidatorio”. Così in una nota il sottosegretario Fi alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria Giuseppe Moles, vicepresidente dei senatori di Forza Italia sul caso della stella a cinque punte “apparsa” in un ascensore a Saxa Rubra. “La libertà di informazione nel nostro Paese – ha sottolineato Moles- è sacra ed inviolabile, è un principio fondante della nostra democrazia. Minacce del genere sono inaccettabili e da condannare con fermezza. Mi auguro siano al più presto individuati gli autori di tale vigliaccata”.

Sempre da Forza Italia, è giunta la solidarietà di Maurizio Gasparri: “Tutti gli estremismi e le provocazioni vanno condannate allo stesso modo e possono avere allo stesso modo risvolti inquietanti. Per questo non va derubricato a macabro scherzo il simbolo delle Br raffigurato nell’ascensore del Tg2 in un momento di polemica da parte della sinistra nei confronti del direttore Sangiuliano. Non ci sono estremismi di serie A e serie B e vanno condannati allo stesso modo, sia che abbiano matrice seria, sia che, come immaginiamo in questo caso, siano ad opera di idioti che probabilmente ignorano il reale significato di quel simbolo, i lutti e le tragedie degli anni bui della Repubblica”.

Anche Pier Ferdinando Casini ha espresso la sua vicinanza a Sangiuliano e al Tg2: “Esprimo al direttore Sangiuliano la mia più viva e sincera solidarietà, certo che le intimidazioni avranno solo l’effetto di rafforzare l’impegno e anche la determinazione a dare una informazione completa e rigorosa”.

 

Fratelli d’Italia ha affidato a Federico Mollicone il suo messaggio di vicinanza al Tg2: “Solidarietá a Gennaro Sangiuliano e la redazione del Tg2. La mitizzazione delle Br ricorda stagioni tragiche della nostra Storia: ci sia tolleranza zero”.

 

Vicinanza e solidarietà, insieme alla condanna dell’episodio, è giunta anche dal centrosinistra. Teresa Bellanova, co presidente di Italia Viva e viceministro alle infrastrutture ha affermato: “Al direttore Sangiuliano e all’intero staff del Tg2 va tutta la mia vicinanza. Quanto  è accaduto e’ intollerabile. Nel nostro Paese abbiamo lottato per sconfiggere il terrorismo, e in questo l’informazione e la libertà di stampa sono stati determinanti presidi di democrazia”.

Sempre da Iv, Davide Faraone presidente dei senatori ha detto: “Ci mancavano i professionisti dell’odio in campo contro la libertà di stampa . Una minaccia gravissima soprattutto in tempi di guerra dove ideologie e rigurgiti dei tempi più bui della storia rischiano di trovare spazio. Episodio da non sottovalutare quello della stella a cinque punte ritrovato nella sede del tg2, è necessario fare subito chiarezza. La mia più piena solidarietà e quella di Italia Viva al direttore Sangiuliano ed alla redazione del Tg2”.

Il Pd ha affidato a Debora Serracchiani la sua posizione: “La nostra solidarietà alla redazione del Tg2 e al direttore Sangiuliano per le minacce ricevute. La libertà di informazione è un cardine della democrazia e noi combatteremo sempre chi intende condizionarla o limitarla”.

 

“Solidarietà al direttore Sangiuliano, alla redazione giornalistica ed a tutti i lavoratori del Tg2. Non permetteremo che simboli di morte sconfitti dalla risposta democratica che il nostro Paese ha saputo opporvi, tornino a minacciare, spaventare, tentando di riportare indietro le lancette della Storia”. Così i senatori della Lega in commissione Vigilanza Rai Giorgio Maria Bergesio, Simona Pergreffi e Umberto Fusco.

 

Infine il messaggio del presidente della Camera Roberto Fico: “Alla redazione del Tg2 e al direttore Sangiuliano la mia piena solidarietà per l’inquietante atto intimidatorio subito: nessun richiamo alla buia stagione del terrorismo può essere accettabile”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome