Lotta alla pirateria, Mollicone: “Pronti a nuova legge”

0
187

Lotta alla pirateria, al via l’iter legislativo per la nuova legge. Lo ha annunciato in una nota il presidente della commissione cultura alla Camera, Federico Mollicone di Fratelli d’Italia. Secondo l’esponente parlamentare del centrodestra: “È ufficialmente iniziato l`iter di approvazione della proposta di legge per la prevenzione e la repressione della pirateria audiovisiva che esamineremo con la commissione TLC presieduta dal collega Deidda”. E dunque: “Questa battaglia parlamentare era stata portata avanti già nel corso della diciottesima legislatura e, oggi, rappresenta una sfida cruciale”.

Gli editori, e non solo loro, stanno aspettando ormai da tempo che si muova qualcosa sul fronte del contrasto ai pirati e ai “furbetti” che agiscono, talora fin troppo indisturbati, sul web. Mollicone ha affermato: “La pirateria audiovisiva ed editoriale causa ogni anno agli editori e ai produttori di contenuti danni enormi, con ricadute sull`economia nazionale e sull`occupazione di migliaia di lavoratori. Da una parte si afferma un’offerta legale sempre più ampia e competitiva, dall’altra chi viola il diritto d’autore lo fa sempre di più in modo selettivo concentrando il proprio interesse su specifici contenuti”.

I numeri del fenomeno sono allarmanti: “I dati confermano un aumento, nell’ultimo anno, dell’incidenza complessiva della pirateria tra la popolazione adulta, che si attesta al 43 per cento. Di fatto, l’impatto della pirateria sull’economia del mondo del libro ed editoriale è molto alto: i libri piratati costano al mondo del libro 771 milioni di mancato fatturato, pari al 31 per cento del valore complessivo del mercato al netto di editoria scolastica ed esportazioni”. Mollicone, dunque, promette impegno: “Per questo, porteremo avanti un ampliamento delle norme per garantire l`applicazione anche al settore editoriale. La proposta di legge si prefigge l’obiettivo di garantire il contrasto immediato alla pirateria a tutela della creatività nazionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome