Lorusso (Fnsi): “Sgravi fiscali agli editori del Sud è sostegno all’occupazione”

0
941
Il segretario della Fnsi, Raffaele Lorusso, parla della riforma dell'editoria e dei prossimi passaggi dell'Ordine

La Fnsi esulta per gli sgravi concessi dal governo alle imprese editoriali meridionali. Il segretario Raffaele Lorusso ha ringraziato il premier Giuseppe Conte e il sottosegretario Andrea Martella, insieme al senatore Alan Ferrari, per la scelta.

In una nota, Lorusso ha spiegato: “L’estensione alle aziende editoriali degli sgravi contributivi al Sud, prevista nella legge di conversione del decreto Agosto, rappresenta una boccata d’ossigeno per le imprese e un sostegno all’occupazione”.

E quindi ha aggiunto: “E’ noto, infatti, che nel Mezzogiorno esiste un rischio più alto per la tenuta del mercato del lavoro . Numerosi giornalisti vivono nell’incertezza legata alle sorti delle loro aziende, messe ulteriormente in difficoltà dall’emergenza da Covid-19. Va per questo dato atto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al sottosegretario Andrea Martella, ai gruppi parlamentari e al senatore Alan Ferrari, presentatore dell’emendamento approvato, di aver raccolto l’appello della Fnsi”.

Ma l’impegno, per Lorusso, proseguirà: “Con lo stesso spirito costruttivo il sindacato continuerà a interloquire con il governo per far sì che in sede di legge di stabilità e di Recovery Plan il settore dell’informazione possa ottenere misure di sostegno adeguate per affrontare le difficoltà e le sfide di una fase eccezionale e di profonde trasformazioni come quella che stiamo attraversando”. E infine i punti irrinunciabili: “Fondamentali, per la Fnsi, rimangono la salvaguardia dell’occupazione e la lotta al precariato, essenziali per difendere il pluralismo e la qualità dell’informazione e assicurare il diritto dei cittadini ad essere informati”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome