Italia fuori dai mondiali, la Rai cederà parte dei diritti tv

0
622

L’eliminazione dell’Italia dai mondiali ha fatto piangere (soprattutto) la Rai. Che adesso si ritrova ad aver pagato 170 milioni per ottenere i diritti tv per la manifestazione calcistica che si terrà in Qatar senza i protagonisti principali, almeno per il nostro Paese, cioé la nazionale azzurra. Sessantaquattro partite e nemmeno una con l’Italia. A viale Mazzini stanno pensando già a come rientrare dall’investimento. Magari spezzettando i diritti e cedendone una quota ad altre emittenti. Che già scalpitano. Perché, anche senza l’Italia, i mondiali sono sempre uno dei più grandi appuntamenti sportivi del mondo.

La Rai però, a quanto pare, non saprebbe che farsene di tutto il pacchetto mondiali ora che l’Italia non c’è più. Le sirene che sono suonate per chiamare a raccolta potenziali acquirenti hanno immediatamente innescato una nuova, l’ennesima, guerra del calcio. I rumors hanno date subito per interessate Mediaset (che ripeterebbe l’esperienza della trasmissione del mondiale senza Italia dopo Russia 18) e Sky, affamatissima di calcio per tentare di ritrovare abbonati dopo la beffa Dazn. Ma a viale Mazzini pare che il partner ideale, almeno a quanto riportano le agenzie, sarebbe il colosso Amazon.

La web tv che fa capo al gigante delle vendite online non è del tutto all’asciutto di pallone. Anzi. Ha trasmesso diverse partite della Champions League con discreto successo. Soprattutto nella qualità dello streaming, autentico tallone d’Achille della tv digitale applicata allo sport. Ma non è tutto. Perché Amazon ha già da tempo acquisito la piattaforma Twitch e punta a rafforzare la leadership sul web. Che passa, ovviamente, da una maggiore interazione tra Amazon Tv e la stessa Twitch. Dove crescono, sull’esempio della Bobo tv, gli spazi di approfondimento sportivo.

Un’eventuale joint-venture tra Rai e Amazon non raccoglierebbe però solo consensi. E già si alzano gli scudi e qualche polemica inizia a serpeggiare qua e là sui social. Il deputato di Italia Viva e commissario di vigilanza Rai Michele Anzaldi ha già “avvisato” gli addetti ai lavori. “Se la Rai cedesse davvero una quota dei diritti dei Mondiali di calcio in Qatar ad Amazon sarebbe una beffa e un danno per gli italiani, che si troverebbero a pagare doppio per vedere le partite: canone Rai più abbonamento Amazon. È doverosa una riflessione attenta”.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome