Il CdR di Radio Radicale chiede un nuovo incontro a Di Maio e Crimi

0
350

Il comitato di redazione di Radio Radicale chiede, con urgenza, un incontro al sottosegretario Vito Crimi e al ministro del Lavoro Luigi Di Maio. Finora, gli appelli dei lavoratori della storica e prestigiosa emittente radiofonica si sono scontrati col muro di silenzio opposto dal vicepremier e le fragorose accuse del sottosegretario in tema di (presunti) privilegi.

“Abbiamo atteso qualche giorno per rispondere con calma e in maniera pacata alle affermazioni pubblicate dal sottosegretario Crimi sul suo profilo facebook – spiega in una nota il comitato di redazione – Sui bilanci e sull’assetto azionario di Radio Radicale ha già replicato l’Azienda. Da parte nostra però torniamo a chiedere un incontro urgente al ministro del lavoro Luigi Di Maio per sottoporgli il problema delle oltre 100 persone tra giornalisti, tecnici, personale amministrativo e archivisti (a cui si aggiungono i collaboratori e i dipendenti dell’indotto) che perderanno il proprio lavoro a causa delle decisioni del governo”. Inoltre, dicono alla fine, “se lo vorrà saremo ben lieti di incontrare anche il sottosegretario Crimi”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome