I giornalisti europei in campo con Greta: “Non c’è lavoro se muore pianeta”

0
273

I giornalisti europei si schierano con la piccola Greta, la paladina dell’ambiente che dalla Svezia ha mobilitato il mondo contro la calamità del surriscaldamento globale.

Anche la Federazione Europea dei Giornalisti ha scelto di scendere in campo in prima persona per combattere la buona battaglia del terzo millennio. “Il cambiamento climatico sta avvenendo adesso e i giornalisti hanno il dovere di informare la gente su quanto sta accadendo, ha dichiarato il segretario generale della Federazione europea dei giornalisti, Ricardo Gutiérrez. “Tutti i mezzi di informazione e noi giornalisti dovremmo considerare il cambiamento climatico come la notizia più importante al mondo. In gioco ci sono i valori fondamentali delle persone, la vita stessa, la minaccia è la sopravvivenza della specie umana. I giornalisti hanno il dovere di lanciare l’allarme, di mobilitare i cittadini. Non possiamo restare passivi, non possiamo rimanere inermi e zitti con il pretesto di rispettare un dovere più grande, quello della neutralità e dell’imparzialità”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome