Giornalisti aggrediti ad Agrigento, la reazione di Assostampa

0
146

I giornalisti ancora nel mirino dei violenti, nuova aggressione ai danni di una troupe della Rai. Giornalisti e operatori stavano raccontando, a Favara in provincia di Agrigento, l’omicidio del cardiologo Gaetano Alaimo, avvenuto all’interno del suo stesso studio dove è stato colpito più volte a pistolettate. Mentre stavano lavorando, sono stati affrontati da alcune persone che hanno chiesto loro, poco gentilmente, di chiudere le telecamere e di allontanarsi. Insieme agli operatori Rai c’era anche un gruppo di giornalisti locali.

La questione riporta d’attualità il tema delle minacce e delle aggressioni ai danni dei cronisti in Italia. E l’episodio ha scatenato un’ondata di solidarietà e vicinanza ai giornalisti e agli operatori coinvolti. L’associazione siciliana della stampa in una nota ha espresso solidarietà ai giornalisti e agli operatori televisivi che l’altro pomeriggio, a Favara (Agrigento), hanno subito un’aggressione fisica e verbale mentre stavano documentando un grave fatto di cronaca: il delitto del cardiologo Gaetano Alaimo.

Nel documento dell’Assostampa si legge una posizione di “massimo rispetto per il dolore dei familiari della vittima ma riteniamo assolutamente inaccettabile e ingiustificabile il comportamento violento di taluni soggetti nei confronti di cronisti e operatori – tra questi anche una troupe della Rai – che stavano semplicemente svolgendo il loro lavoro con compostezza e professionalità a garanzia del diritto di informazione dei cittadini”.

Sui fatti è intervenuto anche il cdr del Tgr Rai della Sicilia. “Il Cdr della Tgr Sicilia e la fiduciaria della redazione Rai di Catania esprimono solidarietà e vicinanza ai colleghi e alle troupe vittime, nel pomeriggio di oggi, di aggressione mentre svolgevano il proprio lavoro a Favara”. E infine la chiosa: “Giudichiamo inaccettabile l’intimidazione ai colleghi che con il loro lavoro stavano garantendo la doverosa informazione ai cittadini documentando il grave fatto di cronaca accaduto nella cittadina agrigentina”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome