FREE PRESS; IN 10 ANNI CONQUISTATA EUROPA

0
574

“In meno di dieci anni la free press

ha conquistato l’Europa. Nascono continuamente iniziative

editoriali, alcune fortunate, altre solo per la raccolta

pubblicitaria, e i dati raccolti al primo semestre del 2007 ci

confermano un mercato di 97 testate e oltre 22 milioni di copie,

in crescita di oltre il 20% rispetto allo stesso semestre dello

scorso anno”. E’ quanto emerge da una ricerca realizzata da

Giancarlo Salemi, docente di Storia del Giornalismo europeo

presso l’Università LUMSA di Roma contenuti nella terza

edizione del volume ‘L’Europa di Carta – Guida alla stampa

esterà (edizioni FrancoAngeli) in uscita a fine agosto.

“A farla da padrone – afferma Salemi – restano comunque i

grandi gruppi editoriali della stampa a pagamento, con gli

svedesi di Metro che possiedono quasi un terzo dell’intero

mercato con 8 milioni al giorno di copie diffuse. Ma per restare

sul mercato la raccolta pubblicitaria non è più la sola

necessità, bisogna anche puntare e investire nella qualità ed

evitare le notizie-francobollo. Per questo il ruolo del

giornalista-editor resta fondamentale”.

“Rispetto a questo panorama europeo l’Italia resta indietro

– sottolinea l’autore dell’Europa di Carta – nonostante il

successo di fogli come Leggo, Metro e City e altre realtà nuove

come quella di E Polis del gruppo Grauso e quello del Sole24Ore

che con 24Minuti ha aggredito saggiamente una fetta di mercato,

quella dei giornali pomeridiani, che era stata stranamente

dimenticata. In Italia siamo nella fase più delicata – conclude

Salemi – quella di far diventare stabile e duraturo un mercato

ancora giovane ma con un bacino potenziale di 3 milioni di

lettori, in pratica la metà di quelli che invece comprano i

giornali in edicola.

Anche Antonio Di Bella, direttore del TG3 che firma la

prefazione al volume osserva che in Italia il fenomeno della

free press è stata sottovalutata: “osteggiata, combattuta come

una minaccia e invece dal 1995 ad oggi, come dimostra Salemi, ha

raccolto una nuova comunità di lettori e oggi vanta una

diffusione record in Europa”.

I dati della ricerca rilevano anche che in Spagna El Paìs,

quotidiano simbolo della transizione democratica, si è visto

superare nella lettura dall’ultimo nato della free paper,

20Minutos. Mentre in Gran Bretagna Metro, il quotidiano gratis

per antonomasia, ha superato la diffusione del milione e 200

mila copie, quasi doppiando quelle dello storico Times. E in

Francia anche Le Monde sta valutando di lanciarsi nell’avventura

della stampa gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome