Ezio Mauro lascia la direzione di Repubblica

0
906
Riforma dell'editoria, ottimismo della File

Il congedo è previsto per il 14 gennaio. Per oggi pomeriggio il comitato di redazione della testata è stato convocato dall’editore, per quelle che si ritiene saranno comunicazioni ufficiali sull’avvicendamento al timone del quotidiano fondato da Eugenio Scalfari e che ha avuto in Mauro il secondo direttore della sua storia. E i rumor già fanno un nome: Mario Calabresi, attuale direttore de ‘La Stampa’, quotidiano di cui peraltro Mauro è stato direttore prima dell’approdo a ‘Repubblica’. E se così fosse, ecco una sorta di continuità storica. E’ stato lo stesso Mauro a far sapere oggi alla redazione che lascerà l’incarico, e l’ha fatto nel corso della consueta riunione mattutina tenuta nel palazzo di largo Fochetti per preparare l’edizione del quotidiano in edicola domani. Per la verità, però, già ieri Mauro aveva riferito ai suoi più stretti collaboratori che era in procinto di lasciare ‘Repubblica’. E oggi l’ha di fatto ufficializzato in una riunione che per quanto riservata – ma neanche tanto – ai responsabili dei servizi, è evidente che ben presto il contenuto sarebbe stato di dominio pubblico. Sul perché proprio la data del 14 gennaio, la spiegazione potrebbe stare nel fatto che è l’indomani del ventesimo anno di direzione di Mauro e il quarantesimo della fondazione di ‘Repubblica’. Una scadenza quindi importante e in qualche modo ‘degna’ per essere scelta come quella per un passaggio di testimone. (rainews)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome