Esplode la querelle tra Fatto Quotidiano e Meloni: “Violenza inaccettabile”

1
1073
Marco Travaglio

Un articolo a firma di Alessandro Robecchi ha fatto esplodere la bagarre tra Fratelli d’Italia e il Fatto Quotidiano di Marco Travaglio. Nel pezzo contestato, che stigmatizzava la presunta nostalgia fascista del partito guidato da Giorgia Meloni, erano stati pubblicati alcuni passaggi che hanno fatto rizelare FdI. Tra questi l’invito a “prendere lo schioppo” contro gli asseriti nostalgici e l’offerta beffarda di un “aiuto” a risolvere il problema come si “è fatto 75 anni fa”, con evidente riferimento ai fatti di piazzale Loreto a Milano.

Robecchi, che oltre a essere giornalista è autore tv e di satira, ha scatenato le ire della Meloni che ha parlato apertamente di “violenza” e s’è domandata chi mai si prenderà la responsabilità “se dovesse succedere qualcosa a me o a qualcuno dei militanti”.

Dopo la reazione della leader, è arrivata l’iniziativa di Fabio Rampelli che ha chiamato in causa l’Ordine dei Giornalisti. In una nota, Rampelli ha scritto: “La virulenza dell’attacco a Giorgia Meloni in un articolo pubblicato sul Fatto quotidiano, nel quale s’invocano i partigiani di fatto per ammazzare la presidente di Fdi e alla quale si augura piazzale Loreto, fa semplicemente orrore. Un giornalista, uomo, che scrive simili nefandezze su una donna e un direttore, uomo, che le avalla meritano il doppio oblio”. Quindi la richiesta: “Tanta violenza dovrebbe far intervenire l’Ordine dei Giornalisti e, se non accadrà, lo solleciteremo noi con un esposto che richieda la radiazione dall’albo del presunto giornalista. A tutto c’è un limite”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome