Deliberazione dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni 25 gennaio 2012, n. 43

0
750

Avvio del procedimento volto a valutare la sussistenza delle condizioni per l’imposizione di obblighi simmetrici di accesso alle infrastrutture fisiche di rete

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI
Nella sua riunione di Consiglio del 25 gennaio 2012;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante «Istituzione dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo», pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 31 luglio 1997, n. 177 – supplemento ordinario n. 154;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante «Norme per la concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilita’.
Istituzione delle Autorita’ di regolazione dei servizi di pubblica utilita’», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 18 novembre 1995, n. 270 – supplemento ordinario n. 136;
Vista la delibera n. 316/02/CONS del 9 ottobre 2002, recante «Regolamento concernente l’organizzazione e il funzionamento dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e successive modificazioni e integrazioni», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 5 novembre 2002, n. 259 e successive modificazioni;
Viste le direttive n. 2002/19/CE (“direttiva accesso”), 2002/20/CE (“direttiva autorizzazioni”), 2002/21/CE (“direttiva quadro”), 2002/22/CE (“direttiva servizio universale”) pubblicate nella Gazzetta ufficiale delle Comunita’ europee del 24 aprile 2002, L. 108 cosi’ come modificate dalla direttiva n. 2009/140/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 novembre 2009, recante «Modifica delle direttive 2002/21/CE che istituisce un quadro normativo comune per le reti ed i servizi di comunicazione elettronica, 2002/19/CE relativa all’accesso alle reti di comunicazione elettronica e alle risorse correlate, e all’interconnessione delle medesime e 2002/20/CE relativa alle autorizzazioni per le reti e i servizi di comunicazione elettronica» pubblicata sulla Gazzetta ufficiale delle Comunita’ europee del 18 dicembre 2009, L 337;
Visti, in particolare, gli articoli 6, 7 e 12 della direttiva quadro e l’art. 5 della Direttiva accesso cosi’ come modificati dalla direttiva n. 2009/140/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 novembre 2009;
Visto il decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, recante «Codice delle comunicazioni elettroniche» pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 15 settembre 2003, n. 215 (il “Codice”);
Vista la Raccomandazione della Commissione del 15 ottobre 2008 «relativa alle notificazioni, ai termini e alle consultazioni di cui all’art. 7 della direttiva 2002/21/CE del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce un quadro normativo comune per le reti e i servizi di comunicazione elettronica», pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea L 301 del 12 novembre 2008;
Vista la delibera n. 217/01/CONS del 24 maggio 2001 recante «Regolamento concernente l’accesso ai documenti», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 20 giugno 2001, n. 141 e successive modifiche;
Vista la delibera n. 453/03/CONS del 23 dicembre 2003 recante «Regolamento concernente la procedura di consultazione di cui all’art. 11 del decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 28 gennaio 2004, n. 22;
Vista la delibera n. 118/04/CONS del 5 maggio 2004 recante «Disciplina dei procedimenti istruttori di cui al nuovo quadro regolamentare delle comunicazioni elettroniche», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 19 maggio 2004, n. 116 e successive modificazioni;
Vista la delibera n. 401/10/CONS del 22 luglio 2010 recante «Disciplina dei tempi dei procedimenti», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 6 settembre 2010 n. 208;
Vista la Raccomandazione della Commissione relativa all’accesso regolamentato alle reti di nuova generazione del 20 settembre 2010 (Raccomandazione NGA);
Vista la delibera n. 622/11/CONS del 22 novembre 2011 recante «Regolamento in materia di diritti di installazione di reti di comunicazione elettronica per collegamenti dorsali e condivisione di infrastrutture», pubblicata sul sito web dell’Autorita’ il 17 gennaio 2012 ed in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana;
Vista la delibera n. 1/12/CONS dell’11 gennaio 2011 recante «Individuazione degli obblighi regolamentari relativi ai servizi di accesso alle reti di nuova generazione», pubblicata sul sito web dell’Autorita’ il 18 gennaio 2012 in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana;
Considerati dunque i poteri di cui l’Autorita’ dispone ai fini dell’imposizione di obblighi simmetrici, ossia non gravanti unicamente sull’operatore detentore di un significativo potere di mercato, in materia di condivisione di infrastrutture di rete di cui all’art. 12 della Direttiva Quadro i quali sono richiamati dall’art. 8 della recente delibera n. 622/11/CONS;
Considerate le iniziative di investimento in reti di accesso di nuova generazione in corso di realizzazione o pianificazione da parte dei principali operatori di rete fissa e gli obiettivi per lo sviluppo delle reti di nuova generazione previsti dall’Agenda Digitale europea;
Ritenuto opportuno avviare, come previsto dall’art. 33 della delibera n. 1/12/CONS, un apposito procedimento volto a verificare la sussistenza delle condizioni per l’imposizione di obblighi simmetrici di accesso alle infrastrutture fisiche di rete che si configurano come bottleneck – ossia la cui duplicazione risulti economicamente inefficiente o fisicamente impraticabile – e dunque a definire le condizioni per l’accesso a tali infrastrutture;
Udita la relazione dei Commissari Nicola D’Angelo e Stefano Mannoni, relatori ai sensi dell’art. 29 del regolamento di organizzazione e funzionamento;
Delibera:

ARTICOLO N.1
Avvio del procedimento

1. E’ avviato un procedimento istruttorio volto a verificare la sussistenza delle condizioni per l’imposizione di obblighi simmetrici di accesso alle infrastrutture fisiche di rete che si configurano come bottleneck ed a definire le condizioni per l’accesso a tali infrastrutture.
2. Il responsabile del procedimento e’ la dott.ssa Valeria Ambrosio, funzionario della Direzione Analisi dei Mercati, Concorrenza e Assetti.
3. Fatte salve le sospensioni di cui al comma successivo, il termine di conclusione del procedimento e’ di 180 giorni dalla data di pubblicazione del presente provvedimento nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
4. La decorrenza dei termini di cui al comma precedente e’ sospesa:
a. per le richieste di informazioni e documenti, calcolate in base alla data risultante dal protocollo dell’Autorita’ in partenza e in arrivo;
b. per il tempo necessario ad acquisire le osservazioni dei soggetti interessati nell’ambito della consultazione pubblica nazionale di cui alla delibera n. 453/03/CONS, calcolato in base alla data risultante dal protocollo dell’Autorita’ in arrivo;
c. per il tempo necessario ad acquisire le osservazioni della Commissione europea, secondo quando indicato dall’art. 12 del Codice delle comunicazioni elettroniche, calcolato in base alla data risultante dal protocollo dell’Autorita’ in partenza e in arrivo.
Il presente provvedimento e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sul sito web dell’Autorita’.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome