Cpo Usigrai: “Friedman, scuse inconsistenti, il caso Melania non va archiviato”

2
711

Dalla Commissione Pari Opportunità dell’Usigrai arriva una tirata d’orecchi al giornalista Alan Friedman che, nel commentare l’addio dei coniugi Trump alla Casa Bianca nel giorno dell’insediamento del nuovo presidente Joe Biden, aveva bollato Melania dandole dell’escort.

Un insulto sanguinoso che non poteva passare inosservato. Così la Cpo Usigrai ha denunciato in una nota: “Le scuse sono tardive e anche inconsistenti. L’offesa di Alan Friedman a Melania Trump non può essere archiviata così. Anche perché si tratta dell’ennesimo scivolone sessista della Tv di servizio pubblico nel giro di pochi mesi: prima le offese di Mauro Corona, poi le lezioni sulla spesa sexy di ‘Detto fatto’, le battute di Luciana Littizzetto su Wanda Nara. Ora l’ospite in studio che fa una battuta sessista”.

Quindi l’appello: “È tempo che la Rai ottemperi pienamente al suo ruolo di servizio pubblico, che autori, conduttori e giornalisti vengano formati non soltanto per evitare situazioni offensive o imparare a gestirle, ma anche perché si facciano promotori di un cambiamento profondo, contro gli stereotipi di genere e la violenza”.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome