Contributi, quali sono i nuovi parametri relativi alle copie?

0
384
Rotative in azione

Novità sul fronte del rapporto tra le copie per i contributi all’editoria. Ecco cosa c’è da sapere e come verificare i requisiti per accedere ai finanziamenti.

In occasione delle misure varate dal Governo relativamente ai contributi per l’esercizio 2020, il rapporto tra copie vendute e distribuite è stato ridotto al 25 per cento delle copie distribuite per le testate locali e al 15 per cento per le testate nazionali, in luogo delle maggiori percentuali, il 30 per cento per le testate locali e il 20 per cento per quelle nazionali, previste dalla lettera e, comma 1 dell’articolo 5 del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70.

Ricordiamo che a seguito dell’entrata in vigore del comma 7 bis dell’articolo 5 del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, convertito con modificazioni dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176, anche per l’esercizio 2021, corrente, il rapporto da garantire per accedere ai contributi tra copie vendute e copie distribuite è pari al 25 per cento per le testate locali e al 15 per cento per quelle nazionali.

Quindi, in assenza di ulteriori interventi normativi, a partire dal 2022 il rapporto tra copie vendute e copie distribuite dovrà essere pari al 30 per cento per le testate locali e al 20 per cento per quelle nazionali.

 

Vuoi saperne di più? Clicca qui.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome