Circolare n. 34 del 27/09/2017 – Legge riforma editoria – Decreto legislativo di ridefinizione della disciplina dei contributi diretti: adozione DPCM per la definizione delle modalità di concessione dei contributi diretti

0
513

Facendo seguito alla nostra circolare n. 32/2017 del 18.09.2017, ricordiamo che è stata pubblicata la bozza del DPCM in Gazzetta Ufficiale, relativa al procedimento amministrativo per le associazioni dei consumatori e per i giornali per le persone afflitte da disabilità visiva.

Per entrambe le categorie di soggetti il DPCM fissa al 31 marzo dell’anno successivo a quello di riferimento del contributo il termine per la presentazione della domanda e della relativa documentazione. Ricordiamo, invece, che per gli altri soggetti il termine è il 31 gennaio dell’anno successivo.

Il termine del procedimento amministrativo è fissato al 30 settembre dell’anno successivo a quello di riferimento dei contributi.

Ricordiamo che i soggetti ammessi a beneficiare di questo tipo di contributi sono le imprese editrici, enti ed associazioni che editano periodici pubblicati con caratteri tipografici normali, braille, su nastro magnetico o su supporti informatici, destinati ad utenti ed ipovedenti e ad enti o istituzioni che operano per finalità a sostegno del settore e alle associazioni dei consumatori o degli utenti iscritte nell’elenco istituito dall’articolo 137 del codice del consumo di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, che editano periodici divulgativi strettamente attinenti alla tutela dei consumatori.

Per questa tipologia di soggetti il DPCM non prevede l’obbligo di trasmettere la documentazione per via telematica.

Si resta in attesa della pubblicazione del DPCM relativa alle imprese editrici di quotidiani e periodici editi e diffusi all’estero.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome