Circolare n. 31 del 12/10/2004 – Credito d’imposta acquisto carta ex art. 4 della legge n. 350 del 24 dicembre 2003

0
667

Egregio cliente, come già ampiamente anticipato, ricordiamo che il comma 181 dell’art. 4 della legge n. 350 del 24 dicembre 2003 ha introdotto, per l’esercizio 2004, un credito d’imposta pari al 10% della spesa per l’acquisto della carta utilizzata per la stampa delle testate edite nell’esercizio 2004.

Sono escluse dal beneficio le spese per l’acquisto di carta utilizzata per la stampa dei seguenti prodotti editoriali:

i quotidiani ed i periodici che contengono inserzioni pubblicitarie, su base annua, per un’area superiore al cinquanta per cento dell’intera superficie;
i quotidiani ed i periodici non posti in vendita, cioè non distribuiti con un prezzo effettivo per copia o per abbonamento, ad eccezione di quelli informativi delle fondazioni e delle associazioni senza fine di lucro;
i quotidiani o periodici che siano ceduti a titolo gratuito per una percentuale superiore al 50 per cento della loro diffusione;
i quotidiani ed i periodici di pubblicità, cioè quelli diretti a pubblicizzare prodotti o servizi contraddistinti con il nome o con altro elemento distintivo e diretti prevalentemente ad incentivarne l’acquisto;
i quotidiani ed i periodici di vendita per corrispondenza;
i quotidiani ed i periodici di promozione delle vendite di beni o di servizi;
i cataloghi, cioè pubblicazioni contenenti elencazioni di prodotti o di servizi anche se corredati da indicazioni sulle caratteristiche dei medesimi;
le pubblicazioni aventi carattere postulatorio, cioè finalizzate all’acquisizione di contributi, di offerte, ovvero di elargizioni di somme di denaro, ad eccezione di quelle utilizzate dalle organizzazioni senza fini di lucro e dalle fondazioni religiose esclusivamente per le proprie finalità di autofinanziamento;
i quotidiani ed i periodici delle pubbliche amministrazioni e degli enti pubblici, nonché di altri organismi, ivi comprese le società riconducibili allo Stato ovvero ad altri enti territoriali o che svolgano una pubblica funzione;
i quotidiani ed i periodici contenenti supporti integrativi o altri beni diversi da quelli definiti nell’articolo 74, primo comma, lettera c), del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, ai fini dell’ammissione al regime speciale previsto dallo stesso articolo 74 del citato decreto del Presidente della Repubblica n. 633 del 1972;

i prodotti editoriali pornografici.

Ulteriore requisito è la certificazione del bilancio e la fatturazione distinta da qualsiasi altro servizio o cessione da parte dello stampatore, laddove sia lo stesso a fornire la carta .

Ciò premesso, il Ministero dell’economia dovrebbe, all’inizio dell’esercizio 2005, emanare il regolamento di attuazione dell’articolo in oggetto, unitamente all’approvazione del modello di prenotazione delle risorse. Ricordiamo che, in analogia con quanto accaduto per tipologie simili di contributi, il credito di imposta dovrebbe essere fruibile solo a condizione che la domanda di prenotazione venga effettuata prima che le risorse si esauriscano. Si tratta, in altri termini, di un contributo “a sportello”, seppur con presentazione telematica. Ciò imporrà tempi strettissimi sia per la preparazione della modulistica che per la trasmissione della prenotazione.

Ciò premesso, il CCE, nel fornire la propria disponibilità a curare detto adempimento, per l’ampia platea di clienti interessati al contributo in oggetto e per la necessità di organizzare detto lavoro, ha la necessità di conoscere sin da ora quali sono le aziende interessate alla fruizione del contributo in oggetto e quali intendono rivolgersi al professionista di riferimento che segue la gestione fiscale ed amministrativa dell’azienda e quali, di contro, intendono rivolgersi direttamente al CCE per tale pratica. Nell’ottica di trasparenza, della massima autonomia e libertà gestionale ed atteso il clima di collaborazione con cui operiamo con gli altri professionisti diamo sin da subito la piena disponibilità a collaborare con gli stessi sui temi specifici del settore.

Laddove, per altre ragioni, riteniate più utile delegare al CCE detto adempimento, Vi preghiamo di iniziare a predisporre su un foglio excel l’elenco dettagliato delle fatture di acquisto carta con indicazione del fornitore, del corrispettivo, del tipo e della quantità di carta utilizzata espressa in kg, con indicazione del mezzo di pagamento utilizzato e della data di pagamento. Inoltre, Vi preghiamo di iniziare a collazionare copia di tutte le fatture. In assenza di comunicazioni diverse, Vi preghiamo di trasmettere tutto quanto anzi detto entro il 20 gennaio 2005. L’aggravio di lavoro richiesto alle amministrazioni è generato dalla necessità di avere il tempo per effettuare la richiesta prenotazione in eventuali futuri stretti margini di tempo ed in una previsione obbligatoriamente preventiva di quanto il Ministero dell’economia chiederà.

Inoltre, Vi chiediamo di inviarci a mezzo e-mail il vostro eventuale incarico o di informarci del non interesse alla nostra assistenza diretta nell’adempimento in oggetto.

Per tutte le imprese per cui è fissato un compenso forfetario per l’attività prestata non è previsto alcun ulteriore compenso.

L’occasione è gradita per porgere cordiali saluti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome