Circolare n. 30 del 05/09/2017 – Legge riforma editoria – ricostruzione delle nostre circolari

1
247

Con la circolare n. 29/2017 abbiamo concluso l’analisi delle modifiche apportate alla disciplina vigente a seguito dell’entrata in vigore del decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70, recante la ridefinizione della disciplina dei contributi diretti alle imprese editrici di quotidiani e periodici, adottato ai sensi dell’articolo 2 della legge 26 ottobre 2016, n. 198.

Con la presente circolare riteniamo utile fare una ricognizione di tutte le circolari fin ad ora pubblicate sul tema, segnalando che le prime sono state scritte sulla base della bozza del decreto legislativo e che, quindi, verranno, a breve aggiornate. Man mano che verranno scritte evidenziando le modifiche aggiorneremo i link in modo da consentire a chi consulta questa circolare dal nostro sito di avere sempre una scheda aggiornata.

Con la circolare n. 7/2017 del 03/04/2017 abbiamo individuato i soggetti che la nuova disciplina include nella platea dei beneficiari del nuovo sistema di sostegno. Si tratta, quindi, della declinazione giuridica per tipologia di soggetti giuridici.

Con la circolare n. 8/2017 del 06/04/2017 abbiamo individuato i criteri previsti dalla nuova disciplina per accedere ai benefici di legge, come, a titolo meramente esemplificativo, il requisito dell’anzianità.

Con la circolare n. 10/2017 del 21/04/2017 abbiamo esposto i nuovi criteri di calcolo relativi al contributo sia per l’edizione cartacea che per quella digitale, predisponendo delle tabelle di simulazione.

Queste tre circolari richiedono un aggiornamento in relazione alle modifiche che sono intervenute tra il testo presentato e quello, poi, licenziato dal Consiglio dei Ministri. Come detto, a breve, provvederemo ad aggiornare le stesse, chiaramente, informandovi dell’avvenuta pubblicazione della nuova circolare e aggiornando questa circolare che dovrebbe assumere la funzione di indice di consultazione della nuova disciplina.

Con la successiva circolare n. 23/2017 del 26/06/2017 abbiamo esposto i nuovi criteri di calcolo relativi al contributo per le edizioni esclusivamente digitali, predisponendo delle tabelle di simulazione.

Con la circolare n. 26/2017 del 17/07/2017 abbiamo esposto i nuovi criteri del procedimento amministrativo, evidenziando le modifiche nella tempistica sia di presentazione della documentazione che di incasso dei contributi.

Con la circolare n. 28/2017 del 27/07/2017 abbiamo declinato il regime per le categorie speciali ammesse ai benefici del sostegno pubblico all’editoria, come, a titolo esemplificativo, i quotidiani editi e diffusi all’estero o le associazioni dei consumatori.

Con la circolare n. 29/2017 del 04/08/2017 abbiamo provveduto ad esporre le norme di abrogazione, in modo da consentire una più facile lettura della disciplina in vigore.

Ricordiamo che, con particolare riferimento al procedimento amministrativo, il decreto legislativo rimanda l’attuazione di parte della nuova disciplina a decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, ancora non emanati.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome