Chiude il freepress DNews. Dipendenti in ferie forzate

0
957

dnews-545x129Il Comitato di redazione di DNews, in accordo e pienamente sostenuto da Fnsi, Associazione Stampa Romana e Associazione lombarda dei giornalisti, denuncia il comportamento scorretto della Mag editoriale e ritiene inaccettabile la decisione della società di interrompere le pubblicazioni del quotidiano freepress e di porre tutto il personale in ferie forzate dal 21 giugno, comunicata al solo Cdr senza alcun preavviso, in palese violazione anche dell´articolo 34 del Cnlg. L´iniziativa unilaterale dell´Azienda arriva a nemmeno un anno e mezzo dall´acquisto dell´intera quota della Mag editoriale dal gruppo di Mario Farina e con l´impegno ufficiale da parte del nuovo socio unico Emotional Advertising, di iniziative di rilancio e sostegno di DNews, rese possibili anche grazie al fatto che la stessa società gestiva anche la raccolta pubblicitaria e con il contributo di sacrificio economico della redazione, che ha accettato un nuovo e pesante contratto di solidarietà difensiva, in corso fino al 31 ottobre prossimo, che prevedeva anche incentivi per l´uscita di singoli giornalisti, mai effettivamente pagati dall´Azienda. La possibilità della chiusura delle attività editoriali non era stata neppure ventilata nel corso della verifica sull´andamento del piano in corso, che si è tenuta una decina di giorni fa. Mentre i rappresentanti di Mag editoriale, nei giorni successivi, avevano avanzato l´ipotesi che i giornalisti di DNews costituissero una cooperativa per rilevare la testata, rinunciando a garanzie contrattuali e retribuzioni, in cambio di un non meglio precisato affiancamento nella gestione del quotidiano da parte della Emotional: una soluzione respinta all´unanimità dalla redazione. La decisione improvvisa dell´Azienda di staccare la spina a un quotidiano presente sul mercato da oltre 5 anni appare dunque come la reazione scomposta e ricattatoria per il “no” dei giornalisti all´inaccettabile proposta della società. Una decisione a cui il Cdr di DNews, insieme con il Sindacato tutto, che ha immediatamente chiesto un incontro urgente con l´Azienda, si opporrà in ogni sede e con qualsiasi strumento, a tutela dei diritti e della dignità professionale, economica e morale dei giornalisti, diffidando il socio unico di Mag editoriale dal procedere con ulteriori iniziative unilaterali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome