Casellati: “Contro fake news per sostenere informazione libera”

0
232

“L’informazione libera è una risorsa che non può essere data per scontata” anzi “deve essere sostenuta e supportata” ed annuncia un futuro “confronto pubblico tra i soggetti” del mondo del giornalismo, è quanto ha dichiarato il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, durante la cerimonia del Ventaglio a Palazzo Giustiniani.

Nel tradizionale appuntamento con la stampa parlamentare, prima della pausa estiva, la Casellati ha sostenuto che “per essere veramente libera l’informazione deve essere plurale, accogliere e dare voce a tutte le sensibilità ed a tutte le culture”.

Un ruolo quello dell’intermediazione giornalistica che, secondo quanto espresso dal Presidente dell’aula di Palazzo Madama, “diventa l’unico vero strumento dei cittadini per avere la certezza di un contenuto reale, verificato, credibile” soprattutto “se i social hanno di fatto creato una piazza virtuale in cui tutti possono avere voce”.

Il Senato assicura la Casellati “su questo tema farà la sua parte” e annuncia un “momento di confronto tra tutti i soggetti coinvolti. Ritengo infatti che le Istituzioni abbiano il dovere di dare un contributo, anche di carattere culturale, rispetto ad alcune tendenze che creano un’autentica preoccupazione. Mi riferisco al proliferare delle fake news e, in maniera forse ancor più patologica, ai video fake”.

Parole quelle del Presidente del Senato che sono state accolte con soddisfazione e apprezzamento da parte della Fieg (Federazione Italiana Editori Giornali). Il presidente Andrea Riffeser Monti a margine della cerimonia ha dichiarato che “le affermazioni del Presidente del Senato, costituiscono un importante riconoscimento del ruolo e della funzione dei giornali per garantire ai cittadini una informazione reale, verificata e credibile. Gli editori italiani confermano la loro piena disponibilità a partecipare attivamente ai momenti di confronto preannunciati dal Presidente del Senato”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome