CAMERA: DDL SULLE CONSULTAZIONI ELETTORALI E REFERENDARIE NEL 2009

0
192

Questa mattina in Aula alla Camera si terrà l’esame del disegno di legge (C 2227-A), già approvato dal Senato, di conversione del decreto 27 gennaio 2009, n. 3 sull’election-day per il voto per le elezioni europee e amministrative nei giorni 6 e 7 giugno.
Nel testo approvato dalla Commissione affari costituzionali una significativa novità rispetto al testo approvato in prima lettura dal Senato: è stata cancellata la norma, introdotta da Palazzo Madama con un emendamento del Pd che aveva fatto registrare un sì bipartisan, in base alla quale la soglia per ottenere i rimborsi elettorali era stata portata al 2%, consentendo quindi l’accesso ai fondi quindi anche i partiti che non avessero raggiunto il quorum del 4% necessario per ottenere seggi nell’Europarlamento. Nel provvedimento introdotte anche nuove norme sulle dimensioni dei simboli elettorali per una loro maggior visibilità.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome