Al giornalista Paolo Graldi il premio “Vincenzo Afferante”

0
1332
Paolo Graldi
Paolo Graldi
Paolo Graldi

Domenica 1 settembre 2013, alle ore 20.30, negli spazi del complesso monumentale della Chiesa di Santa Maria Pura di Vico del Gargano (FG) si svolgerà la prima edizione del Premio Giornalistico Gargano ”Vincenzo Afferrante”. Il Premio è stato assegnato al giornalista bolognese Paolo Graldi. Classe 1942, Graldi ha iniziato giovanissimo a scrivere per alcune testate locali per poi trasferirsi a Roma, dove ha lavorato prima a “Paese Sera”, poi al “Corriere della Sera”, dove diventa capo dell’Edizione romana. Vice direttore con Sergio Zavoli al Mattino di Napoli è nominato direttore dalla Fondazione Banco di Napoli nell’ottobre del 1994 e rimane al timone del quotidiano di via Chiatamone fino al 2001 quando viene chiamato dall’editore Franco Gaetano Caltagirone alla direzione de Il Messaggero per tre anni, quindi ricopre l’incarico di direttore editoriale. Oggi è editorialista del gruppo: scrive per Il Messaggero, Il Mattino e Il Gazzettino di Venezia. Per la Tv ha collaborato a quasi tutte le trasmissioni di Enzo Biagi, caporedattore con Sergio Zavoli per la realizzazione de ”La notte della Repubblica” e ”Viaggio intorno all’uomo”. Ha firmato per Raiuno l’inchiesta in venti puntate ”Io e il fumo”, ”Io e il telefono”, ”Io e il Cibo” e numerose inchieste per ”Scatola aperta”. Da cinque anni è presidente della Scuola Superiore di Giornalismo presso la Università Internazionale Luiss di Roma ed è presidente del prestigioso Premio Ischia Internazionale di Giornalismo. Ha vinto tra gli altri il Premio Scanno, il Premio Città di Roma, il Premio Città di Milano. Vive e lavora a Roma.
Il Premio, istituito dal comune di Vico del Gargano, è intitolato alla memoria di Vincenzo Afferrante, corrispondente dal Gargano per il quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno” e fondatore-direttore del mensile “Il Gargano nuovo”, nato come mezzo per la crescita culturale e sociale, per sensibilizzare e favorire la ricerca, gli studi, la valorizzazione del  patrimonio storico,  artistico,  etnologico,  ambientale  e  naturale  del Gargano. La serata del primo settembre che si svolgerà nella cornice di uno dei luoghi del cuore FAI, prevede numerose iniziative culturali e sarà presentata dal giornalista, scrittore e conduttore televisivo Michele Cucuzza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome