Agcom: Martusciello, scongiurare i rischi connessi alla diffusione algoritmica delle informazioni

0
782

“L’intelligenza artificiale, in grado di trovare velocemente un filo logico in
enormi insiemi di dati non strutturati, rischia però di essere plasmata da
interessi specifici” La ho affermato il Commissario dell’Autorità per le
Garanzie nelle Comunicazioni, Antonio Martusciello, nel corso della Tavola
Rotonda “Big data Connessioni e Pluralismo”, tenutasi a Roma nell’ambito
delle iniziative per il ventennale dell’Agcom.
“Gli algoritmi tendono a selezionare il messaggio seguendo una logica di
tipo ‘commerciale’ che mira a proporre ciò di cui si ha bisogno e si è disposti
ad ‘acquistare’ in quel momento. Una modalità che tende fisiologicamente a
tagliar fuori alcuni aspetti della corretta informazione”, ha spiegato il
Commissario.
Per Martusciello, l’opacità e la potenza di questi strumenti lasciano spazio a
speculazioni circa la possibilità di ‘pilotare’ gli individui verso determinate
opinioni: “Occorre dunque affrontare l’aspetto della trasparenza degli
algoritmi, ma anche quello dell’accesso ai Big Data di cui si alimentano – ha
aggiunto – Nella misura in cui tale risorsa comporta un vantaggio per chi la
possiede, infatti, la possibilità di utilizzo da parte di pochi soggetti può avere
un impatto significativo sul pluralismo informativo”.
“Il rischio è che le informazioni assunte tramite le nuove forme di
intermediazione non ci facciano osservare la realtà dietro un vetro
trasparente ma, piuttosto, dietro una lente che produce delle aberrazioni”,
ha concluso Martusciello.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome