Addio a Roberto Calasso, editoria a lutto

0
318

L’editoria italiana piange la scomparsa di Roberto Calasso. Scrittore ed editore, padre di Adelphi, un unicum nel panorama culturale italiano. Calasso aveva da poco compiuto 80 anni. L’annuncio è stato dato proprio dalla sua “creatura” editoriale, nella giornata di ieri. La camera ardente di Roberto Calasso è stata allestita proprio all’interno dei locali della sua casa editrice Adelphi e sarà aperta da oggi, alle ore 11. Si potrà salutare per l’ultima volta lo scrittore ed editore nella sede milanese in via San Giovanni sul Muro n. 14.

Moles “Con Calasso se ne va protagonista illustre della cultura”

Ha manifestato cordoglio per la scomparsa di Calasso il sottosegretario all’Editoria Giuseppe Moles. Che in una nota ha dichiarato. “Suscita profondo dolore la scomparsa di Roberto Calasso, raffinato scrittore e “padre” della Adelphi, una delle più note e prestigiose case editrici. Perdiamo un illustre protagonista della vita culturale italiana ed europea, un editore libero ed appassionato, un imprenditore che, con amore e dedizione, ha reso grande la sua creatura. Ai familiari ed ai suoi colleghi della Adelphi giungano le mie più sentite condoglianze”.

Cacciari “Grandissima perdita”

Addolorato il filosofo Massimo Cacciari. Che all’Adn Kronos ha ha detto. ““Una grandissima perdita, temo davvero difficilmente rimediabile, per ciò che avanza della nostra cultura. E’ stato un grande artefice della cultura italiana, ha dato vita alla casa editrice a mio avviso più significativa e importante degli ultimi cinquant’anni. L’ha costruita a partire da Bazlen e con Foà ma oramai, di fatto, da quarant’anni la dirigeva lui. Una casa editrice in cui ogni libro si inanellava all’altro, secondo un ritmo, una coerenza, un senso: non c’era alcuna pubblicazione che fosse a caso. E questo è già straordinario in un mondo fatto di occasioni e dilettantismi vari”. E dunque. “E’ stato un personaggio straordinario per la sua capacità di selezionare, discriminare, di decidere. Un gusto ferreo, sicuro, un colpo d’occhio eccezionale per la qualità e per il valore di ciò che diceva e incontrava”.

Elisabetta Sgarbi e il cordoglio in Europa

Il saluto di Elisabetta Sgarbi, “madre” de La Nave di Teseo. “La tua immagine, la tua voce, il guizzo dei tuoi occhi ci mancheranno, ma resteranno impigliati, come un fosfene, nei libri che hai pubblicato e scritto. Per noi che rimaniamo qui, orfani di te e figli dei tuoi libri, rimarrai nella Mente. Come dicevi tu”. Non solo in Italia, tanti sono giunti messaggi di cordoglio. Da ogni parte d’Europa. Lettori, scrittori, addetti ai lavori o “colleghi” editori. La scomparsa di Calasso ha sconvolto la cultura del Vecchio Continente.

L’addio di Feltrinelli

Il messaggio di Feltrinelli all’editore scomparso. “”La grande avventura editoriale di Roberto Calasso ha regalato ai lettori italiani lo sguardo sul mondo. Come altri, più di altri è stato l’artefice della nostra formazione culturale, dall’anticonformismo letterario, del superamento dei confini”. E ancora. “I suoi libri erano legati tra loro da una certa invincibile affinità, riconoscibilità, coerenza, come editore e come autore . Dai libri unici all’unico libro, quindi, perche’ ogni vero editore compone, senza saperlo o anche sapendolo, un unico libro formato da tutti i libri che pubblica. Grazie a nome di tutti i lettori”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome